Due giorni dedicati al turismo e alle eccellenze: ecco #Iamalficoast

618

andrea-ferraioliUna due giorni dedicata al turismo e alle eccellenze del territorio quella che ha preso il via ieri a Maiori al Palazzo Mezzacapo: parliamo di “#Iamalficoast”, il progetto promosso dall’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi con il contributo scientifico del Bto Educational e coordinato da Lenus Media.

“In questa due giorni abbiamo cercato di mettere assieme l’offerta turistica che ci permette di allargare i nostri confini. – ha detto il presidente del Distretto Turistico Andrea Ferraioli – Abbiamo parlato di vino, di limoni, di arte, elementi che vanno oltre il mare come attrattiva. L’impegno è quello di cercare di mettere a sistema tutto questo e indirizzare i turisti verso queste offerte in modo di poter destagionalizzare i flussi e allargarli verso i territori interni votati all’agricoltura”.

Con il contributo di Bto Educational, l’Associazione Distretto Turistico Costa d’Amalfi si è voluta dotare di una fotografia dall’alto dei modelli di Governo del Turismo dei Comuni del territorio.

“Presento una ricerca sulla percezione dell’ospitalità in tutta la costiera amalfitana. – ha spiegato Mirko iam3Lalli, Founder e Ceo di ‘Travel Appeal’ – Andremo a capire, attraverso un’analisi delle recensioni lasciate su internet, su diverse piattaforme, l’immagine che viene fuori del territorio. Discutendo con alcuni operatori mi è stato riferito che ormai più del 60% delle prenotazioni arrivano dai canali digitali. In realtà, però, non è tanto importante come si prenota ma il modo in cui si prende la decisione di prenotare. E questa decisione viene presa tramite web per circa il 90% del totale. L’immagine percepita online di un territorio cambia le sorti di quel territorio e modifica le decisioni di acquisto per una vastissima fetta di persone. L’obiettivo è incidere su questa percezione attraverso forme di comunicazione efficaci”.

“Siamo giunti alla terza edizione di #iamalficoast – ha commentato Annalisa Milione di Lenus Media – e quest’anno c’è stata un’importante collaborazione con Bto Educational. Grazie a loro abbiamo messo assieme tanti esperti anche da fuori regione. L’obiettivo è comprendere il livello attuale dell’offerta turistica e i punti su cui migliorare. Nel corso della manifestazione sono stati portati avanti discorsi riguardanti le eccellenze del territorio e le tradizioni. Molto forte è stata la risposta di tutta la costiera e Comuni limitrofi”.

FraFree