Concorso “Crea un oggetto di arredamento” all’Archimede di Ponticelli

672

img_2311Giovedì 20 ottobre nell’aula Conferenze dell’Istituto Archimede di Ponticelli, Napoli, alle ore 9,30, la Dirigente Scolastica, Patrizia Scognamiglio, ha accolto il dr. Luciano Manfellotti, titolare dell’azienda “Rinascimento mobili” per concludere con la premiazione degli aallievi dell’istituto che si sono distinti nel concorso promosso dall’azienda vollese “Crea un oggetto di arredamento”.

Con Manfellotti, il Maestro prof. Giuseppe Lipari, ideatore dell’Associazione “Volart” e l’architetto Francesco Salvini.

La stessa prof. Scognamiglio ha dato il via alla cerimonia di premiazione dei giovani “designer” delle classi quinte CAT (anno scolastico 2015/2016 e 2016/2017).

Rinascimento mobili di Volla ha messo in palio borse di studio e stage aziendali per i cinque allievi che si sono distinti in questo primo approccio al mondo lavorativo. La performance rientra a pieno titolo nell’attività di “Alternanza Scuola-Lavoro” che coinvolge l’Azienda e l’Istituto Archimede.

whatsapp-image-2016-10-21-at-10-17-10Gli allievi del corso CAT hanno elaborato un disegno specifico di arredo con autoCAD, applicando le loro conoscenze e le competenze professionali che hanno appreso durante i cinque anni di scuola. Da questi lavori sono emerse doti creative ed artistiche che hanno reso i disegni particolarmente originali e funzionali. Una commissione di esperti ha selezionato i cinque migliori lavori e gli allievi sono premiati con uno stage aziendale; mentre i primi tre allievi selezionati, oltre allo stage, hanno ricevuto una borsa di studio.

“L’architetto Francesco Salvini, che collabora con Rinascimento mobili da undici anni – spiega il dr. Manfellotti – è la prova tangibile che investire nei giovani è la cosa più importante e di successo. Il nostro intento è quello di formare i giovani del territorio, credere in loro, nel loro futuro attraverso la formazione Scuola-Lavoro. Il disegno è la prima forma di lavoro, attraverso il quale i giovani con serietà e attenzione, manifestano il loro ingegno e la loro competenza”.

whatsapp-image-2016-10-21-at-10-17-09Il Maestro Lipari invitato dalla dirigente, ha fatto presente che l’Istituto Archimede è molto attivo nel territorio per quanto riguarda la formazione professionale, culturale dei suoi allievi e per il  futuro inserimento nel mondo del lavoro.

“Il  Centro Studi Musica da me ideato e gestito e di cui sono presidente – ha continuato Lipari – ha lo scopo di valorizzare i giovani talenti del territorio.

La Galleria ‘SediciCase’ di Volla, ospita spettacoli di canto, musica e ballo dando vita ad un evento magico e significativo. Lo scopo non è solo quello di dilettare e intrattenere, ma anche quello di valorizzare l’arte come espressione personale di ogni singolo giovane talentuoso, che sogna di far conoscere la propria arte.

Ed è proprio questa sinergia con il territorio che si respira nell’Istituto Archimede, dove gli allievi veramente possono trovare opportunità di lavoro e formazione, attraverso i continui contatti con aziende e associazioni partecipate”

Durante la manifestazione l’allievo Emanuele Paparo della classe 1 A/CAT,  ha illustrato un disegno, un suo progetto, “La mia città del domani”, coadiuvato dai professori Gargiulo e Cirella. Lo scopo di questo progetto è quello di riqualificare l’ambiente, il territorio in cui si vive, incentrandosi sul territorio di Pollena Trocchia ed in particolare su un vecchio fabbricato costruito vicino alla Villa Romana, attraverso la sua trasformazione. L’idea originale di Emanuele è stata quella di abbattere metà dell’edificio e riqualificare la parte principale per poter costruire un albergo e accogliere archeologi e turisti che si recheranno in visita alle importanti rovine.

La premiazione ha inizio: al terzo posto l’allievo Fabio Petrazzuolo, che  ha ricevuto una borsa di studio di 200 euro; al secondo posto Christian Orlando a cui è andata una borsa di studio di 300 euro. Al primo posto, con una borsa di studio di 500 euro, il giovane Stefano Bianco.

L’imprenditore Luciano Manfellotti si è congratulato con tutti gli allievi presenti, affermando che il loro contributo al concorso è stato altamente professionale ed incentivante.

“Sono grato di comunicarvi che il vostro impegno sarà arricchito da un ulteriore riconoscimento, un viaggio che prevede una visita guidata presso un’industria del mobile e dell’arredo, al fine di farvi vivere dal vivo l’esperienza lavorativa aziendale in questo settore. Quest’esperienza non solo è utile per il vostro profilo professionale, ma anche per orientarvi verso una scelta lavorativa futura e per avvicinarvi in modo diretto al mondo del lavoro. Confido in voi e nelle vostre future potenzialità”.
Queste parole di Manfellotti sono state salutate da un caloroso applauso del pubblico.

La Dirigente Scolastica Patrizia Scognamiglio e il dr. Manfellotti hanno successivamente terminato l’incontro con la stipula della convenzione tra Azienda e Scuola.

img_2309Al termine della premiazione la Dirigente Scolastica ha salutato e ringraziato per la partecipazione gli autorevoli ospiti, la platea degli allievi, i genitori,  tutti i docenti intervenuti, le allieve hostess, la redazione del Giornalino Scolastico ed infine il direttore de Il Gazzettino Vesuviano, Gennaro Cirillo.

L’allievo vincitore, Stefano Bianco, è stato poi intervistato dalle sue compagne di scuola della redazione del giornale “Archi News”:

Come hai reagito alla proposta di partecipare al concorso “Crea un oggetto di arredamento”?

All’inizio ero un po’ confuso, non sapevo se la tematica rientrava nelle mie aspettative, però poi ho pensato che avendo delle buone basi di autoCAD, questa era l’occasione giusta per mettere in pratiche le mie competenze che ho acquisito in cinque anni di studio. E devo dire, che man mano che disegnavo, il lavoro che stavo realizzando mi piaceva sempre di più.

Quindi vuoi dire che questo tipo di progettualità potrebbe rientrare tra le tue scelta lavorative?

Certo. Nella vita bisogna tenere tutte le strade aperte, perché le opportunità professionali possono essere tante e interessanti. Sicuramente questa è una grande opportunità

Aspettative per il futuro?

Laurearmi, lavorare e impegnarmi affinchè il mio futuro sia gratificante, come la giornata di oggi che oltre a regalarmi emozioni, mi ha fatto capire l’importanza di essere stato tra questi banchi, in questa scuola.

Grazie a Rinascimentomobili, grazie all’Archimende. GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA