Campionato di taekwondo: trionfano due stabiesi

336

Longobardi taekwondoNel Centro Sportivo Sant’Antimo, una stupenda struttura super attrezzata, si è svolto il giorno 22 e 23 ottobre il Campionato Interregionale di Taekwondo – Combattimenti e Forme – organizzato dalla FITA Taekwondo Campania guidata dal Presidente Domenico Laezza che è riuscito nell’arco di pochi anni a portare il taekwondo campano ad altissimi livelli.

Gli atleti delle società sportive si sono dati battaglia sul campo di gara , allestito con tre tatami, nelle categorie cadetti B e A e nelle categorie Junior e Senior. Bellissima gara per i fratelli stabiesi Domenico e Roberto Longobardi che nonostante una fastidiosa influenza sono riusciti a conquistare nella gara di combattimento e di forma due prestigiose medaglie d’argento. I forti atleti stabiesi guidati da sempre dal Maestro Benedetto Marano, della società Infinity Taekwondo, hanno esordito, nella prima gara dell’anno agonistico di taekwondo che inizia a settembre, in maniera egregia in attesa dei Campionati italiani 2017.

I fratelli Longobardi sin dalla tenera età praticano questa nobile arte marziale di origine coreana e hanno conquistato nella loro giovane carriera agonistica numerosi podi nazionali e internazionali e decine di vittorie interregionali. Basta pensare che il più piccolo dei fratelli Angelo Longobardi , di solo nove anni, ha vinto tre volte consecutive il più prestigioso torneo italiano e internazionale , il Kim & Liù che forgia i futuri atleti che ambiscono alla nazionale di Taekwondo.
Ancora una volta gli stabiesi Domenico e Roberto Longobardi con umiltà e abnegazione a questa disciplina hanno portano con onore i colori della loro Città.

I Campioni Stabiesi sotto la guida del Maestro Benedetto Marano dell’Accademia Infinity Taekwondo già dalla prossima settimana inizieranno un’intensa preparazione per affrontare i Campionati Italiani e diverse trasferte all’estero.
Questa importante manifestazione sportiva ha vissuto anche attimi di vera commozione, momenti toccanti che hanno visto protagonisti sul tatami gli atleti del para-taekwondo, quei ragazzi meno fortunati che con la forza di volontà e una grande voglia di vivere hanno dimostrato che la vita è un dono di inestimabile valore, un dono che va preservato con cura. Un plauso va al Presidente Laezza e alla Fita Taekwondo Campania che ha saputo rendere attori e protagonisti questi ragazzi fantastici assistiti da famiglie meravigliose che hanno fatto della sofferenza una ragione e un esempio di vita.