Calcio femminile: pari tra Sant’Egidio e Napoli Dream Team

491

14606391_10205823228094867_1166782728655819892_nLa prima partita del campionato regionale di Serie C mette di fronte il Sant’Egidio Femminile e il Napoli Dream Team. Nonostante la gara non sia valevole ai fini della classifica, le ragazze gialloblu sono chiamate a riscattare la deludente partita con il Pontecagnano. Partono subito forte le santegidiane che pressano alte e dopo appena 2′ minuti sfiorano il vantaggio con Olivieri.

Il Dream Team reagisce immediatamente ma la conclusione si spegne sul fondo. Ci riprovano le ospiti e Olivieri porta in vantaggio le sue. Ancora Crafa, all’esordio nel calcio a 11, impegna l’estremo difensore napoletano che dimostra il suo valore. Nulla può, però, al 10′, quando Olivieri la supera in dribbling e deposita in rete.

Le ragazze di Battistelli ci provano su punizione ma Pascale blocca. Al 20′ Olivieri si mostra in gran giornata e realizza il 3 a 0 con una bellissima conclusione dalla distanza. Prima della mezz’ora ancora su punizione il Napoli DT sfiora il gol, ma Pascale si salva in angolo. Ancora Olivieri e Foczmaniak protagoniste con il portiere che respinge tre conclusioni consecutive.

Nella ripresa la gara perde di intensità e il Sant’Egidio colpisce ancora su calcio d’angolo con Buonocore. Olivieri sfiora il 5 a 0, che arriva al 67′ su conclusione di Sabatino respinta dall’estremo difensore napoletano, sulla ribattuta è ancora una volta il capitano a realizzare il poker personale.

E’ la volta di Somma Concetta che supera la difesa ma calcia di poco fuori. Gol sbagliato, gol subito! Il Napoli Dream Team accorcia le distanze al 77′ grazie alla rete di Panico. Il Sant’Egidio prova a riallungare ma il tentativo di Maresca termina alto sulla traversa. C’è ancora un’ultima occasione: il rigore procurato dal capitano. Sul dischetto va la giovane Somma Concetta che si vede respingere il tiro ancora una volta da Foczmaniak.

Mister De Risi al termine della gara: “Oggi era importante tornare alla vittoria dopo la brutta sconfitta di Pontecagnano che ha lasciato il segno. Le ragazze dovevano dimostrare innanzitutto carattere. Si inizia ad intravedere qualche spunto provato in allenamento, ma il lavoro da fare è ancora tanto.”