Cane seviziato e ucciso tra i boschi del parco: choc in Campania

0
371
cane-maltrattamento
(Foto d’archivio)

“Un cane, di grossa taglia, di quelli usati per controllare le pecore al pascolo, è stato ucciso nei boschi del parco del Matese”. A denunciarlo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli de “La radiazza”, citando “www.paesenews.it“, il sito che ha riportato la notizia, precisando che “il cane era stato anche seviziato e probabilmente è morto dissanguato ben prima del macabro rituale dell’impiccagione, fatta, tra l’altro, con una corda nuovissima il che fa pensare che sia stata comprata per l’occasione”.

“L’uccisione di questo cane richiama, in modo impressionante, quella di Angelo, il cane ucciso in Calabria in estate di cui si sta parlando molto in questi giorni in cui ‘Le Iene’ hanno riportato all’attenzione nazionale il caso” hanno aggiunto Borrelli e Simioli per i quali “potrebbe anche essersi trattato di un barbaro episodio di simulazione messo in piedi da gente senza scrupoli che potrebbe essere molto pericolosa anche per gli esseri umani e per questo motivo bisogna stare molto attenti anche nel riportare notizie del genere per evitare altre simulazioni”.

“Per evitarlo è fondamentale anche identificare e punire i responsabili di quest’atrocità, chiedendo la collaborazione a tutti quelli che potrebbero aver visto qualcosa” ha concluso Borrelli ricordando di aver recuperato “in Consiglio regionale una proposta di legge che permetta di istituire il garante regionale degli animali, una figura che segua casi del genere e impedisca che finiscano nel dimenticatoio lasciando i responsabili senza una pena adeguata”.