San Giorgio a Cremano, M5s: “Nomina scrutatori? Trionfa il favoritismo”

307
patrizia-nola
La capogruppo, Patrizia Nola

La Commissione elettorale comunale, riunitasi ieri in occasione della prossima tornata elettorale sul referendum costituzionale del 04 Dicembre, ha provveduto ed effettuare le nomine degli scrutatori i quali saranno impegnati nei seggi cittadini. Anche stavolta, come accaduto durante la scorsa tornata elettorale, la Commissione si è spaccata a metà sul criterio da adottare per la designazione dei componenti di seggio. Da una parte il Sindaco e la Cons. Cozzuto (in quota PD) i quali hanno optato per l’estrazione a sorte e dall’altra i Consiglieri Farina (maggioranza) e Di Giacomo (opposizione) orientati per la nomina su chiamata diretta. Il risultato è che 81, dei cittadini iscritti nell’apposito albo comunale, sono coloro ad essere stati indicati dai Consiglieri ed il restante 82 estratti a sorte.

Da sempre il M5S locale è in prima linea per pretendere che tutti gli scrutori vengano sorteggiati. Queste le dichiarazioni del Capogruppo Patrizia Nola: “Sarebbe stato un esempio di democrazia porre in essere i principi, da noi sempre sostenuti, che trovano nel sorteggio in seduta pubblica, la loro attuazione. Purtroppo non si riesce ad arginare il fenomeno, seppur consentito dalla legge, della nomina diretta degli scrutatori che genera favoritismi inopportuni.”