Torre del Greco: l’amministrazione risponde a Legambiente sulla raccolta rifiuti

261

comune-torre-del-grecoLunga lettera al presidente regionale di Legambiente, Michele Buonomo, per spiegare la bontà del servizio di raccolta dei rifiuti in città e i risultati che lo stesso sta producendo. È la risposta dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello alla recente presa di posizione dell’associazione ambientalista che, durante la premiazione di “Campania Sostenibile 2016”, aveva mostrato una foto di un’isola ecologica di Torre del Greco parlando di “pessima gestione” dei rifiuti.

Nella lunga lettera, firmata dal vicesindaco Romina Stilo, si legge come l’amministrazione “ritiene che il settore ‘Tutela dell’Ambiente’ costituisca un punto strategico per il miglioramento delle condizioni di vita della collettività e pertanto rappresenti un’assoluta priorità dell’azione di governo”.

“Nello specifico – scrive ancora il vicesindaco – sono state poste in essere numerose attività finalizzate alla realizzazione di un processo generale di riduzione della quantità di rifiuti indifferenziati prodotti e, contestualmente, un aumento della frazione dei rifiuti differenziati”.

“In proposito – si legge ancora nella missiva indirizzata al presidente regionale di Legambiente – con somma soddisfazione rilevo che ad appena un mese e mezzo dall’attivazione di tre nuovi centri per la distribuzione degli “eco punti”, centri che si sono aggiunti a quello posto negli ex molini meridionali Marzoli, il numero delle utenze che si è rivolta ai dipendenti comunali dislocati nei luoghi adibiti alla pesatura e alla raccolta dei “rifiuti nobili” (carta, cartone, plastica e alluminio) è cresciuto di oltre il 50%. Un dato importante, che premia il lavoro di sensibilizzazione e informazione fatto nella fase sperimentale del progetto e che ora sta dando i suoi frutti”.

“Tra l’altro – puntualizza Romina Stilo – come le è ben noto, Torre del Greco rientra tra i migliori dieci comuni campani tra i 50.000 e i 100.000 abitanti, considerando il valore dell’indice Ipac raggiunto nel corso dell’anno 2015. Sottolineo, inoltre, che tra tali dieci comuni, Torre del Greco è il primo per numero di abitanti, dato quest’ultimo da non sottovalutare ma che anzi valorizza il lavoro svolto da questa amministrazione.

Anche sotto il profilo dei controlli sul corretto conferimento dei rifiuti, l’amministrazione ha posto in essere opportune iniziative per il contrasto dell’illegalità. Nel concludere, le ribadisco che questa amministrazione ritiene gravissimo ed intollerabile l’aver additato la città di Torre del reco quale esempio negativo in merito alla gestione dei rifiuti, ma soprattutto ingeneroso e mortificante per i tanti cittadini virtuosi”.