Soldi in cambio di lavoro in ospedale, è bufera su un consigliere di Ercolano

0
960

striscia-ercolano-ospedale-mare-3Migliaia di euro in cambio di un posto di lavoro all’Ospedale del Mare: dopo il servizio andato in onda nelle scorse ore, firmato da Luca Abete per “Striscia la Notizia”, è bufera sul consiglio comunale di Ercolano. Secondo il quotidiano “La Repubblica”, infatti, il politico mostrato a volto coperto dalla trasmissione di “Canale 5” sarebbe il consigliere comunale d’opposizione, nonché capo della commissione “Affari istituzionali e trasparenza” l’avvocato Mario Rhemy Oliviero, detto Rory. “Fonti qualificate – si legge nell’articolo di Conchita Sannino – riconoscono in lui il politico già identificato da tempo dagli inquirenti”. Oliviero, insieme ad altri vecchi amministratori di Ercolano, è già al centro di un’inchiesta della magistratura per associazione a delinquere e turbativa d’asta nell’ambito di lavori di riqualificazione urbana per venti milioni di euro.

Nel servizio di Striscia la Notizia l’uomo a volto coperto riceve nel suo studio due donne, madre e figlia, striscia-ercolano-ospedale-mare-2per contrattare sullo scambio di denaro e per avere rassicurazioni sul posto di lavoro all’Ospedale del Mare. Abete, presentatosi nello studio, chiede conto della contrattazione al termine del servizio. Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto. “Ho visto il servizio andato in onda ieri su Canale 5. Dal quotidiano Repubblica, questa mattina ho appreso – ha detto il primo cittadino – che si trattava di un rappresentante dell’opposizione in Consiglio comunale a Ercolano. I fatti emersi dal servizio mi hanno lasciato stupito. Credevo che certi comportamenti fossero superati e facessero ormai parte del passato. Evidentemente non è così, e tutto quello che è emerso non può far altro che favorire il cambiamento che da un anno e mezzo a questa parte stiamo portando avanti con la nostra maggioranza.

Chi rappresenta la parte sana della politica ha l’obbligo di prendere le distanze da questi comportamenti che finiscono con il danneggiare la speranza di persone in difficoltà e l’impegno di chi come noi porta avanti un’idea di amministrazione legata ai principi di trasparenza e legalità. Mi auguro che la Magistratura approfondisca questa situazione e faccia chiarezza su una vicenda che rischia di mettere in cattiva luce l’intera città”.

striscia-ercolano-ospedale-mare-1“Oliviero deve dimettersi perché con il suo comportamento offende la politica e le Istituzioni sfruttando la disperazione della gente disposta a qualsiasi cosa pur di trovare un lavoro”. A chiederlo sono i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il gruppo del Sole che ride di Ercolano con l’assessore Giampiero Perna, per i quali “pare ormai chiaro che il politico filmato da Striscia la Notizia mentre chiede 10.000 euro per garantire l’assunzione nell’Ospedale del mare di Napoli è proprio lui”. “Oliviero è già indagato per altre vicende e già avrebbe dovuto avere il buon senso di non candidarsi in attesa di chiarire la sua posizione e delle decisioni della Magistratura” hanno aggiunto i Verdi per i quali “questa vicenda ora aggiunge altre ombre e getta discredito sulla politica e sul Comune di Ercolano, motivo per cui deve dimettersi immediatamente”.

“Siamo pronti a qualsiasi cosa pur di ottenere le dimissioni” hanno aggiunto precisando che “Oliviero, in attesa dell’esito delle indagini e dei processi, non deve e non può restare un minuto di più al suo posto visto che è anche presidente della Commissione affari istituzionali e trasparenza, una carica che, in una situazione simile, pare davvero fuori luogo”.