All’Università di Salerno il viaggio-spettacolo “Respiri”

465

uni-salernoLunedì 5 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, la Commissione Disabilità dell’Università di Salerno, nel teatro dell’Ateneo, presenta “Respiri – Viaggio in tre quadri dentro di sé verso l’altro”. Lo spettacolo è a cura di Maria Teresa Ingino, Milena Acconcia e Domenico Orsini con gli studenti del “Laboratorio sulla corporeità” Davide dello Buono, Micaela Midaglia, Milena Acconcia (docente), Giovanna Capozzi, Giulia Citro, Marina De Maio, Anna Grella, Francesca Ianora, Luca Masiello, Nicoletta Trocchia, le ballerine del Laboratorio “Terre Danzante Musicatene” gli studenti dell’associazione studentesca “Linguisticamente”, la Compagnia Teatrale “Ananke” Marcella Troise, Gianpiero Giordano e con la collaborazione de “I Senzartenéparte” Mariano Corbi e Esmeraldo Napodano.


L’organizzazione è dell’Ufficio Rapporti con i Media e Teatro dell’Ateneo salernitano. Lo spettacolo è nato nell’ambito del “laboratorio sulla Corporeità” dell’Ufficio Diritto allo Studio retto dalla dottoressa Maira Teresa Igino. Il sodalizio si è collegato sinergicamente con diversi gruppi artistici di studenti che gravitano nell’universo “Unisa”. I partecipanti, che ne sono ovviamente palpitante anima, si sono ritrovati a condividere gli intenti e il sentire comune, attraverso uno specifico percorso, fino alla realizzazione di una
messinscena che fonde comunicazione corporea,recitazione e linguaggi multimediali.

“Respiri – Viaggio in tre quadri dentro sé e verso l’altro” vuole essere un itinerario emozionale che, partendo dal Sé, dal diffuso senso di solitudine che spesso è degli esseri umani, si apre all’incontro, alla ricerca e alla riscoperta dell’Altro da Sé. Il lavoro, che lancia un messaggio di speranza, vuole essere, anche e soprattutto, spunto di riflessioni che promuovano la cultura dell’inclusione della diversità nell’Ateneo.

Federico Orsini