Napoli, svolta nell’omicidio di Vincenzo Materazzo: indagato il fratello Luca

448

omicidio-chiaiaSvolta choc nelle prime ore di questa mattina per l’omicidio dell’ingegnere Vincenzo Materazzo avvenuto a Napoli in via Maria Cristina di Savoia: la Procura della Repubblica di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati per il reato di omicidio il fratello di Vincenzo, Luca Materazzo.

Il 51enne ingegnere è stato ucciso il 28 novembre scorso sotto casa a seguito di un litigio con una persona che, a seguito di indagini serrate da parte della squadra mobile del capoluogo partenopeo, potrebbe corrispondere proprio al fratello della vittima.

Le forze dell’ordine ha comunque precisato che si tratterebbe di un “atto dovuto in vista degli esami scientifici e medico legali che saranno effettuati nei prossimi giorni”. I poliziotti questa mattina, sempre su ordine dei pm, hanno anche effettuato una perquisizione presso l’abitazione di Luca Materazzo.

Nei giorni scorsi la polizia ha anche sequestrato il pc e il telefonino della vittima per effettuare riscontri utili all’identificazione dell’assassino. Intanto il medico legale ha depositato il referto che parlerebbe di tre coltellate alla schiena e di una fatale alla giugulare. Colpi inferti con precisione e inaudita violenza a giudicare dalla profondità delle ferite. Le immagini di una telecamera presente sul posto hanno ripreso un uomo a piedi con volto coperto da casco integrale allontanarsi dalla scena del delitto.

Già in quel momento il profilo del killer sembrava convergere su qualcuno di ben noto a Vincenzo Materazzo, che conosceva bene le abitudini e gli spostamenti del noto ingegnere partenopeo.

Share