Afragola, arrestano i pusher, ma parte la violenta protesta dei familiari

320

commissariato-afragolaLa Polizia arresta due giovani pusher, che spacciavano sul pianerottolo di un palazzo, e i familiari si radunano davanti al commissariato per inveire contro gli agenti con urla e spintoni contro le vetrate: è successo ieri pomeriggio nel Rione Salicelle di Afragola.

In circa 50 hanno inscenato la protesta davanti al Commissariato. I poliziotti sono stati costretti a intervenire per ristabilire l’ordine.

In manette sono finiti il 23enne Simone Volpe e il 18enne Carlo Giuseppe Esposito. I poliziotti, dopo averli notati richiamare l’attenzione di alcuni noti tossicodipendenti dall’interno dell’Isolato 14 di via Salicelle, li hanno sorpresi in flagranza mentre vendevano droga al pianerottolo del sesto piano.

Sotto una mattonella rimovibile sono stati trovati nascosti in alcuni calzini circa 80 grammi di hashish, circa 3 grammi di cocaina e 120 euro.

Già condannato per lo stesso reato lo scorso febbraio, il 23enne,  con numerosi precedenti di polizia, era stato destinatario di un avviso orale del questore di Napoli. Il 18enne, anch’egli con alcuni precedenti di polizia a carico. I due sono stati arrestati e in giornata saranno giudicati con rito direttissimo.

Share