Castellammare, finisce l’occupazione del liceo. Gli studenti: “E’ la nostra vittoria”

442

castellammare-studenti-vogliono-occupare-la-scuola-insegnanti-lo-impediscono-in-ospedale-vicepresideDopo giorni di alta tensione termina l’occupazione del liceo classico Plinio Seniore a Castellammare di Stabia. Gli studenti, infatti, hanno ricevuto l’approvazione dal dirigente scolastico Fortunella Santaniello del documento di richieste da loro presentato fin dal momento dell’inizio della protesta.

Ci sono stati momenti difficili anche durante questa lunghissima giornata: la preside, infatti, in un primo momento aveva deciso di non cedere alla volontà dei ragazzi ma poi in serata è arrivata la decisione decisiva che ha messo la parola fine sull’occupazione probabilmente più discussa dell’ultimo periodo.

Esultano ovviamente gli studenti che hanno raggiunto così il proprio obbiettivo dopo aver lottato per giorni e dopo essere stati capaci di mantenere la sicurezza durante tutti i giorni dell’occupazione tanto che alcuni di loro hanno esclamato: “Abbiamo vinto noi: basta al regime dittatoriale della preside”. Da quanto si apprende, sarebbero 16 i punti proposti al dirigente scolastico che riguardano particolarmente le nuove aule che dovrebbero coincidere con i saloni dell’ex Pretura come promesso dal sindaco Pannullo. Fra i punti anche nuovi parametri di valutazione comportamentale se ci dovessero essere ritardi durante il quadrimestre prossimo. Unico punto che non è stato accettato riguarda l’eliminazione dei quattro giorni di assenza dovuti all’occupazione del liceo.

Il caso comunque ha interessato in parte anche il mondo politico: il sindaco Pannullo ha cercato fin da subito di liceo-stabia-protestatrovare delle soluzioni per accontentare sia i ragazzi sia la preside ma anche l’opposizione si è mostrata vicina alla scelta dei ragazzi tanto che in mattinata c’è stato l’arrivo nella struttura dei consiglieri Cimmino e Ungaro del gruppo “Prima Stabia” che hanno così commentato: “La soluzione paventata dal primo cittadino, che vorrebbe risolvere la questione della carenza di aule mettendo a disposizione l’ex Tribunale del viale Europa non è percorribile nel breve periodo. Quello che abbiamo constatato è che ci sono forti ragioni sia da una parte sia dall’altra. Gli studenti lamentano problemi strutturali e organizzativi della scuola che frequentano tutti i giorni, la Presidenza è impegnata nel rispetto della legge e deve districarsi tra infiniti problemi di budget. E’ vero che i problemi ci sono ma bisogna affrontarli e risolverli, nascondere la testa sotto la sabbia non serve a nessuno in questo momento”.

Gennaro Esposito

Share