Natale a Lettere, non chiamatela piccola comunità montana

1064

B

castello-lettere-v

Lettere, il piccolo paese dei Monti Lattari, ha confezionato un dicembre luminoso, organizzato, vivace e ricco di eventi.

Il castello aragonese apre le sue porte a un calendario colmo di date, al suo interno, negli spazi circostanti, sono stati allestiti i tradizionali mercatini natalizi. Il villaggio di Babbo Natale accoglierà i più piccoli tra giochi, giostrine e divertimento. I grandi saranno deliziati dal Presepe, dai prodotti esposti dalle varie casette in legno, dalle caldarroste e da tanti altri prodotti. L’artigianato locale, come le ceramiche, si veste a festa per celebrare con i visitatori un Natale da ricordare.

L’imponenza della fortezza, che guarda tutto il golfo, è stata ammorbidita dalle luci e da strutture luminose che accolgono grandi e piccini tra sorrisi meravigliati. Renne tridimensionali, sfere stilizzate, parti di stelle adagiate sul manto esterno del castello, come cadute dal cielo, il tutto avvolto dalla luce calda dei vari stand che espongono fuori e dentro.

Il Presepe. posizionato in un’ala della struttura molto caratteristica, immerge completamente nella magia che solo il Natale può dare. Impeccabile anche l’organizzazione. Studiato tutto a puntino, dalle luci che accompagnano al castello alla navetta all’uopo prevista. L’auto nel parcheggio in centro a cifra irrisoria e navetta gratuita conducono fino ai piedi del castello. L’ingresso altrettanto effimero è, addirittura, gratuito per i residenti. Al termine del giro, di una foto con Babbo Natale nella sua casetta, di una manciata di caldarroste, di uno sguardo attento alla struttura ormai restaurata, la solita navetta riaccompagna i visitatori al centro del paese, nei pressi del parcheggio.

Piccoli esemplari di luci d’artista riempiono il paesino, come testimoniano le foto. La piazza centrale è immersa nelle decorazioni luminose dai primi del mese di dicembre. Altri simboli natalizi, di dimensioni notevoli, sono posizionati ai cigli della strada che porta da Casola a Lettere.

Sarà che un paese con una popolazione ridotta è facilmente organizzabile, sarà che le elezioni comunale della prossima primavera hanno spinto l’amministrazione a dare il meglio, resta che una capatina a Lettere, è assolutamente consigliabile, specie a famiglie con bambini.

Anna Di Nola

Share