Casavatore e Casandrino: “alto impatto”, sequestrato forno la panificazione abusiva

536

Servizio ad “alto impatto” dei carabinieri della Compagnia di Casoria nel territorio di competenza, effettuato insieme a colleghi del Reggimento Campania.

Eseguito un ordine restrittivo per furto aggravato e scoperto e chiuso un forno dedito alla panificazione abusiva.

Ad essere arrestato su ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Roma il 46enne Franco Palumbo, residente a Casavatore. Dovrà espiare in regime domiciliare un residuo pena di 2 anni, 3 mesi e 8 giorni per un furto aggravato commesso a Roma nel 2014.

Denunciati in stato di libertà un 43enne già noto alle forze dell’ordine e un 28enne incensurato, entrambi di Casandrino.

I carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno scoperto che in via Don D’Dangelo, a Casandrino, avevano rimosso i sigilli a un forno sottoposto a sequestro e avevano ripreso attività di panificazione, abusiva.

Durante l’intervento i militari hanno ri-sottoposto a sequestro il locale, 85 kg. di farina e attrezzature varie.

I consueti controlli alla circolazione stradale, inoltre hanno portato alla contestazione di svariate infrazioni, 6 delle quali per mancanza di copertura assicurativa e 5 per mancanza di revisione.

Share