Home Seconda Pagina Bomba carta T...

Bomba carta Torre Annunziata, la solidarietà e l’indignazione della politica

394

macelleria-torre-annunziata-3A parlare subito dopo l’esplosione della bomba carta che ha danneggiato seriamente una macelleria del centro cittadino è Salvatore Avvisato, segretario cittadino dei Giovani Democratici di Torre Annunziata: “Hanno da poco distrutto la macelleria di mia sorella a via Carlo Poerio con una bomba carta. Signori miei a malincuore questa è Torre Annunziata”. Una affermazione che lascia senza parole e mostra tutta la rassegnazione che nei primi momenti ha colpito i titolari dell’esercizio commerciale ed il giovane esponente politico torrese.

L’eserzizio duramente colpito era stato ristrutturato da poco e si accingeva a rinsaldare quel rapporto unico che si instaura tra clienti e negozi di vicinato. “Auguro tutto il male possibile di questo mondo – continua Salvatore Avvisato – agli autori di quest’atto intimidatorio nei confronti di chi crede ancora di poter lavorare nella propria terra facendo mille sacrifici. Un dolore che mi spezza il cuore visto che ho contribuito in prima persona a quest’attività dando una mano a mia sorella e mio cognato.

Credo fortemente che non bisogna mollare e ripartire subito anche se è difficile e la paura c’è. Speriamo che un domani cambi veramente in meglio la nostra città”. La rabbia e la rassegnazione, però spariscono in questa parte finale del post di Avvisato che, appunto, scrive ‘non bisogna mollare e ripartire subito’ e conclude con una speranza per la città oplontina che certamente è nell’animo di tanti cittadini di Torre Annunziata.

Non è mancata la solidarietà e l’indignazione espressa da tanti cittadini, dai politici e dai partiti della città.

Massima solidarietà dai Giovani Democratici per il “compagno Salvatore Avvisato, per il vile atto intimidatorio subito dall’attività di famiglia. La lotta alla criminalità passa inesorabilmente dall’opposizione quotidiana alle logiche del malaffare. Siamo sicuri che la famiglia Avvisato non resterà sola in questa battaglia”.

ciro passeggia
Ciro Passeggia

“Sono vicino come tutto il PD al grave atto intimidatorio che ha subito un compagno di partito». Afferma Ciro Passeggia segretario del Partito Democratico di Torre Annunziata. E aggiunge: «Torre Annunziata non può essere un incubo permanente di terrore. Questi atti scoraggiano tutti, in primis chi ha voglia di rilanciare il lavoro partendo proprio dal commercio. Riportare la legalità è un percorso che il PD ha sempre intrapreso. Invito i nostri concittadini – conclude Passeggia – a non chiudersi nella trappola del terrore”.

Per Sel-Si l’esplosione di una bomba carta in una macelleria del centro di Torre Annunziata, è un atto vile compiuto da infami nei confronti di chi onestamente e con sacrificio svolge il proprio lavoro.

Michele Riggi
Michele Riggi

Un commento anche da parte dell’avv. Michele Riggi, segretario provinciale Scelta Civica Napoli: “Da figlio di commercianti torresi, sono molto dispiaciuto. Sono convinto che non bisogna abbassare la guardia contro ogni tipo di criminalità, e nello stesso tempo, lavorare e concentrarsi affinché la Città possa giungere al salto di qualità che le compete”.

Mario Casillo
Mario Casillo

A mostrare la propria solidarietà all’esponente Pd ed alla famiglia così duramente colpita anche l’onorevole regionale Mario Casillo: “I fatti criminali avvenuti nell’ultimo periodo a TorreAnnunziata non possono lasciarci indifferenti.
Gli spari contro la saracinesca di una tabaccheria e la bomba carta che ha distrutto la macelleria di proprietà della sorella del segretario cittadino dei Giovani Democratici, sono segnali da non sottovalutare.

Voglio esprimere pubblicamente la mia solidarietà e vicinanza ai cittadini torresi e allo stesso tempo confido nel lavoro delle forze dell’ordine per individuare al più presto gli autori di questi vili atti camorristici”.

Ernesto Limito

 

Share