Tangenziale di Napoli, sicurezza e assistenza: eccellenza per il capoluogo

tangenziale-napoliI napoletani appaiono soddisfatti dell’impegno profuso in questi giorni di gelo pungente dagli operatori della Tangenziale di Napoli per garantire all’utenza sicurezza e massima assistenza h24. Un lavoro svolto con meticolosa e professionale attenzione dagli ausiliari della viabilità coordinati dal centro operativo in continuo contatto con la polizia stradale.

Dalla dirigenza alla gestione, dall’esazione al call center, dalla manutenzione agli ausiliari della viabilità un esercito di lavoratori pronti a offrire il massimo contributo perché il pedaggio pagato dagli utenti si tramuti in monitoraggio continuo e pronto soccorso in caso di bisogno dei migliaia di veicoli che quotidianamente scelgono la Tangenziale per i propri spostamenti in città o per raggiungere Pozzuoli.

Si parla tanto di camorra, di inoccupazione e di inefficienze di ogni genere legate alla città: allora perché non evidenziare realtà positive come la Tangenziale di Napoli che rappresenta ad oggi un bacino occupazionale notevole e sicuro per Napoli. Sicuro perché nella stessa capitale del mediterraneo sono tante le monadi aziendali che non brillano per puntualità nei pagamenti dei dipendenti o nei rapporti con il pubblico.

Indubbiamente il progresso e la conseguente automazione possono creare a volte delle difficoltà o dei rallentamenti al traffico dovuti ad avarie delle apparecchiature che sono però sempre gestite da operatori e tecnici in grado di risolvere i guasti in tempi utili. Nulla a vedere però, lo ribadiremo sempre per onestà, con lo stato di abbandono e lo sfacelo in cui versano arterie attigue alla Tangenziale di Napoli.

Manti stradali simili a groviere e pericolosissimi soprattutto per i centauri, illuminazione scarsa e immondizia sparsa ovunque ai margini della carreggiata, lingue d’asfalto dove se si resta in panne con il veicolo la situazione si fa veramente tragica. Tutt’altra musica per la Tangenziale di Napoli dove a confronto si potrebbe veramente “pranzare” sull’asfalto dell’intera tratta. Ecco perché inutili e forvianti appaiono interventi politici contro un colosso aziendale di cui in realtà i napoletani stessi vanno fieri.

L’efficienza e l’assistenza hanno un costo e questo i cittadini lo sanno bene. Una cosa è certa: con il freddo, con il gelo o a quaranta gradi all’ombra la macchina operativa della Tangenziale è sempre pronta a far fronte all’esigenze dell’utenza. Questo è un fatto e sfidiamo qualsiasi amministratore locale o centrale a smentirlo. Della serie: avanti così Tangenziale “vestita” dello stesso azzurro che contraddistingue, sportivamente e folcloristicamente, Napoli nel mondo.

Alfonso Maria Liguori

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteTemperature sotto lo zero: i residenti dei monti Lattari senza acqua
SuccessivoA Napoli un “parco dell’amore” abusivo: blitz dei carabinieri
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.