Sold out all’Armida per “Italiano di Napoli”

340

  

Grande successo al Teatro Armida per “Italiano di Napoli” di Sal Da Vinci, accolto a Sorrento con un nuovo sold out, nonostante il meteo inclemente. L’amatissimo artista napoletano coinvolge e incanta con questa fabbrica dei sogni che ha in Lello Radice il suo simpatico custode mentre sul palcoscenico si avvicendano le personificazioni di Napoli e dell’Italia, rappresentate rispettivamente dall’energia di Davide Marotta e dalla bellezza di Lorena Cacciatore.

 

Gag, canzoni, orchestra dal vivo e danza. Una commedia musicale a tutto tondo che ha alternato la comicità di una Napoli appassionata e “fuori misura” alla nostalgia del rione Sanità, il patriottismo di un’Italia fiera e dignitosa alla tristezza di un popolo addormentato ma che rischia di non riuscire più a sognare. In “Italiano di Napoli” Sal Da Vinci inserisce anche un commosso ricordo del padre Mario Da Vinci, scomparso nel 2015, e non manca di duettare con il figlio Francesco Da Vinci: «Lo spettacolo nasce da questa Repubblica dei sentimenti che ognuno di noi vuole realizzare e che deve essere il nostro elemento di unione fondante» ha dichiarato Sal Da Vinci a fine spettacolo.

 

Intanto non si ferma la rassegna “Sorrentonstage” al Teatro Armida di Sorrento, diretta da Veronica Maya e con la direzione organizzativa della ZerodB Management di Gennaro Cataldo. Prossimo attesissimo appuntamento venerdì 27 Gennaio alle ore 21:00 con Paolo Belli in “Pur di fare Musica”.

 

Dopo il successo di “Dillo con un bacio” e in attesa di tornare su Rai1 al fianco di Milly Carlucci per “Ballando con le stelle”, Paolo Belli lancia la commedia musicale diretta da Alberto Di Risio. Al centro, un’ipotetica sala prove, un nuovo tour da provare e nuovi musicisti da ingaggiare.

 

Ma ai provini si presenteranno solo personaggi piuttosto ‘originali’: un musicista sordomuto, detto il Gelido; un gruppo di quattro gemelli che per dissapori familiari non suonano mai assieme; un musicista spagnolo, che però non sa lo spagnolo; e il ‘padrone di casa’ che gestisce la sala prove e nel tempo libero insegna percussioni. A fare da colonna sonora, il repertorio di Belli e della sua band di sette elementi, tra nuovi arrangiamenti e molte risate.Ad aprire la serata sarà Gilda Arpino.

Share