Il mercato del Napoli di gennaio e quello che verrà

427

Il mercato in casa Napoli è sempre in fermento; Pavoletti è il fiore all’occhiello del mercato di gennaio, un acquisto che completa la rosa in attacco; pagato 14 milioni, non è certamente un acquisto prospettico tipico della filosofia di De Laurentiis considerando che si tratta di un classe ’88, ma è un giocatore che potrà rivelarsi utilissimo sia dal primo minuto che a partita in corso grazie al suo fiuto del gol che lo rendono uno dei maggiori bomber del panorama calcistico italiano.

Leandrinho e Zerbin sono due giovani talenti che inizieranno il loro percorso con la Primavera del Napoli; entrambi nazionali under 18, sono degli affari low cost, due prospetti ai quali va dato il tempo per crescere e maturare.

Per gennaio con ogni probabilità non ci saranno più movimenti in entrata, mentre in uscita Gabbiadini è considerato un sicuro partente anche se l’asta “selvaggia” auspicata da De Laurentiis per l’acquisto di Manolo non si è mai concretizzata, ci sono alcune pretendenti provenienti dalla Premier League, ma nessuna squadra ad oggi arriverà ad offrire i 25 milioni chiesti dal presidente del Napoli. Con la cessione di Kalinic in Cina, non è da escludere un possibile interesse della Fiorentina per Gabbiadini che a quel punto potrebbe anche rimanere in Italia anche se gli ingaggi proposti dal Southampton e WBA al calciatore di circa 3 milioni di euro all’anno, sono difficilmente pareggiabili dai viola.

Intanto il Napoli pensa anche al mercato che verrà, quello di giugno; gli investimenti più importanti verranno fatti per un portiere, un terzino destro ed un’ala d’attacco che sappia giocare sia sulla destra che sulla corsia di sinistra.

Per quanto riguarda la porta, sarà rivoluzione in casa Napoli; Sepe sicuramente partirà, mentre per quanto riguarda Rafael, non è detto che il portiere brasiliano possa accettare il ruolo di secondo portiere anche per la prossima stagione.

La notizia più importante è sicuramente quella relativa Pepe Reina, infatti, pare che l’ex Liverpool possa tornare a giocare in Spagna, precisamente nel Deportivo La Coruna visto che il Napoli non lo ritiene più affidabile. Voci di corridoio parlano di un acquisto già concluso del Napoli per Mattia Perin dal Genoa, ma il grave infortunio accorso al portiere, la rottura del crociato, può far saltare la trattativa; tutto dipenderà dal recupero del calciatore, in ogni caso si tratta della seconda rottura del crociato in due anni, quindi prima di fare un investimento così delicato è necessario che il Napoli prenda le dovute precauzioni.

L’acquisto di un terzino destro era in realtà una priorità già di questa stagione; il Napoli ha puntato fortemente sull’acquisto di Versaljko ma il calciatore croato scelse in estate l’Atletico Madrid. Ad oggi il terzino ex Sassuolo ha giocato solo quattro partite in Liga, dunque, il Napoli a distanza di un anno potrebbe ritornare di nuovo sul calciatore che non ha trovato lo spazio desiderato con la maglia dei Colchoneros.

 

Sempre per il ruolo di terzino, è possibile che il Napoli possa fare una seconda operazione visto che non si è trovato ancora un accordo per il rinnovo di Ghoulam; sul calciatore algerino c’è il PSG ed il Bayern di Monaco. Il Napoli è pronto a raddoppiargli l’attuale ingaggio che ad oggi ammonta ad un milioni di euro; l’entourage dell’algerino, forte dell’interesse dei top club europei spinge per un adeguamento a 2,5 milioni di euro all’anno bonus esclusi. Il Napoli per cautelarsi da un’eventuale partenza del terzino sinistro, ha già avviato i contatti per Mendy del Monaco ma la priorità del Napoli è comunque quella di trattenere Ghoulam.

Il terzo ruolo sul quale investire a giugno, è quello di un’ala d’attacco che sappia giocare indistintamente sia a destra che a sinistra.

Giaccherini non ha convinto e sarà ceduto mentre per il rinnovo di Insigne c’è una distanza siderale tra le parti; i procuratori del calciatore chiedono 5 milioni netti all’anno, mentre il Napoli vorrebbe offrirgli lo stesso contratto che percepisce Mertens ovvero 2,5 milioni di euro all’anno. Su Insigne c’è da registrare l’interesse della nuova dirigenza del Milan che vuole costruire una squadra dal “cuore” italiano, ma dietro le richieste sproporzionate del “Magnifico” ci potrebbe essere anche l’interesse mai scemato di Liverpool ed Arsenal.

Il Napoli valuta Insigne 60 milioni e se dovesse essere ceduto, il primo giocatore in cima alla lista dei desideri è Bernardeschi, molto gradito anche da Sarri. L’eventuale acquisto del giovane calciatore della Fiorentina, potrebbe realizzarsi indipendentemente dalla cessione di Insigne. Sempre nella lista stilata da Giuntoli, per il ruolo di ala d’attacco c’è anche Yarmolenko della Dinamo Kiev, recente avversario del Napoli in Champions.

Alessandro Di Napoli

Share