Castellammare, nuovo presunto caso di meningite: è grave un 82enne

281

Torna l’incubo meningite a Castellammare. Dopo la morte del 18enne di Agerola durante le festività natalizie, la città torna nuovamente a preoccuparsi del contagio dopo l’ultimo caso di ieri sera. Un 82enne, infatti, è stato accompagnato al pronto soccorso di Castellammare in condizioni poco rassicuranti: i sintomi che aveva facevano pensare subito alla meningite.

Tuttavia, i familiari dell’uomo hanno deciso di non compiere degli esami specifici anche se nell’ospedale San Leonardo era già partita la solita profilassi. Al momento l’uomo risulta essere molto grave ma la presunta meningite deve essere ancora confermata.

In città molti cittadini già stanno tentando di organizzarsi per prendere d’assalto la sede locale dell’Asl per riuscire ad acquistare i famosi vaccini che tanto scarseggiavano poco meno di un mese fa. La paura è tanta e come succede spesso in questi casi, la psicosi regna sovrana.

Come spiegato dai vertici regionali dell’Asl e da moltissimi esperti in maniera, non risulta esserci un’epidemia nel territorio campano e in particolar modo in quello stabiese. E’ giusto prendere le dovute precauzioni ma non bisogna temere un possibile contagio collettivo perchè tutti i casi attestati risultano essere del tutto isolati.

Gennaro Esposito