Concluso ieri il primo corso di vigilanza ambientale del WWF ad Aversa

0
258

Si è concluso ieri il corso di vigilanza ambientale e zoofila organizzato dal WWF in collaborazione con Agriambiente e CSA, nella sala convegni del complesso monumentale di S. Agostino di Aversa.

Il corso è stato rivolto sia a volontari già in possesso di decreto Prefettizio di Guardia Particolare Giurata, sia a persone che si sono avvicinate al mondo del volontariato della vigilanza ambientale e zoofila.
Si tratta – ha spiegato Alessandro Gatto, coordinatore regionale (Campania) delle Guardie Giurate del WWF – di un vero e proprio lavoro, anche se non retribuito, dove i volontari devono seguire un percorso di formazione molto scrupoloso perché le materie trattate e le azioni da mettere in campo sono molto delicate, che richiedono un’elevatissima professionalità e grandi competenze.

Si va dalla repressione del fenomeno del bracconaggio, dell’uccellagione, alla protezione dell’ambiente e degli ecosistemi naturali a 360 gradi. Solo nell’anno 2016 abbiamo prodotto ben 265 denunce per abbandono illecito di rifiuti, spesso pericolosi, continua Gatto, nel territorio compreso e compresso tra Napoli e Caserta.
Alla conclusione del corso sono intervenuti il Coordinatore nazionale delle Guardie Giurate del WWF, Giampaolo Oddi, l’ex vicepresidente Nazionale del WWF Raniero Maggini, il delegato regionale del WWF per la Campania, Piernazario Antelmi ed il coordinatore del nucleo di Napoli delle Guardie WWF, Bruno Cajano.

In questa occasione di chiusura del corso sono stati raccolti dei fondi che sono stati consegnati a Giampaolo Oddi, che insieme ad altre Guardie e volontari del WWF stanno lavorando tantissimo per le zone colpite dal terremoto e dalle nevicate eccezionali del centro Italia. In particolare i nostri volontari hanno già distribuito: diverse decine di stufe, 185 scatoloni contenenti vestiario, 15 scatoloni di prodotti igienici, diversi altri scatoloni contenenti stivali, coperte, luci, cucce, cibo per animali domestici e da reddito, e tanto tanto altro ancora…ma soprattutto un lavoro fatto con un cuore grande. In questo momento ci preme ringraziare senza dubbio tutte le forze di polizia, di protezione civile, vigili del fuoco, soccorso alpino…ma anche i nostri volontari del WWF che stanno facendo la loro parte con Onore e dedizione.