Pazienti a terra, reintegrati i tre medici sospesi all’ospedale di Nola

475

Sono stati reintegrati – in attesa di una più approfondita indagine ispettiva – i tre medici dell’ospedale di Nola, sospesi dopo la diffusione delle immagini di due utenti del pronto soccorso distesi sul pavimento nella notte tra il 7 e l’8 gennaio scorsi. Le immagini, che fecero il giro del web, Lo rende noto la manager dell’Asl Napoli 3 sud, Antonietta Costantini, la quale ha sottolineato che gli ispettori ai quali aveva chiesto un’indagine ispettiva, hanno inviato una relazione per la quale è necessario ”un ampliamento”. ”Serviranno ulteriori 15 giorni – ha detto Costantini – e nel frattempo i tre medici sono stati reintegrati al loro posto”

Come emerge da una nota dell Asl, l’istruttoria intende accertare se le disfunzioni furono un fatto episodico, legato a circostanze del tutto particolari ed imprevedibili come le cattive condizioni climatiche e l’impraticabilità di alcune strade o, invece, conseguenza di problemi organizzativi e strutturali. Il supplemento d’indagini richiederà un congruo lasso di tempo. Ciò ha indotto la direzione aziendale a procedere alla revoca, con decorrenza da oggi, del provvedimento di sospensione disposto nei confronti dei dottori Andreo de Stefano (direttore sanitario di presidio), Andrea Manzi (responsabile del pronto soccorso), Felice Avella (responsabile medicina d’urgenza).

Share