Vigili, rotatorie, sito web e campo sportivo a Striano: l’assessore Maccarone risponde

592

Da una parte è sempre preso dal lavoro e dalla famiglia a cui lui tiene tanto, dall’altra è impegnato nel svolgere le sue mansioni nell’amministrazione di palazzo Filippetto Marino. È il neo assessore Giuseppe Maccarone, l’ex presidente del civico consesso strianese e del maxi-consiglio sugli allagamenti. Ha ricoperto numerose cariche pubbliche anche nelle passate amministrazioni, oggi invece, risponde ai cittadini in qualità di assessore al personale, affari e rapporti istituzionali, rapporti con il pubblico, sport e viabilità. In pochi mesi ha già attuato nuove iniziative volte a migliorare il centro urbano e l’intera macchina comunale.

Partiamo dalla fine. Partiamo dalla sua ultima delega nell’elenco: la viabilità. Si è impegnato nel mese scorso nella ricognizione degli stalli di sosta e nella sistemazione della sosta. Quali azioni intenderà mettere in campo per combattere la sosta selvaggia?

L’obiettivo su cui ho lavorato è stato quello di regolarizzare tutti i parcheggi sul territorio. Inizialmente volevamo attuare i parcheggi a pagamento, ma ci siamo resi conto che, con le esperienze della precedente amministrazione, vi erano dei veri e propri problemi, uno di questi era la reperibilità dei grattini. Abbiamo quindi provveduto ad uniformare tutti gli stalli. Stessa limitazione oraria, maggiori spazi per le persone portatrici di handicap, maggiori spazi anche per le forze dell’ordine, i servizi di emergenza e le farmacie.

È previsto un rafforzamento del Comando di Polizia locale?

Adesso non ci resta che lavorare proprio su questo. Il prossimo 28 febbraio scadrà il contratto con i due ausiliari del traffico attualmente a lavoro. A breve faremo scorrere la famosa graduatoria per assumere sempre a tempo determinato altre persone. Il prossimo anno sarà fondamentale. Abbiamo dei pensionamenti in atto, uno per il 2018 e uno per l’anno seguente. Ne approfittiamo per indire due nuovi concorsi e quindi assumere due nuovi agenti di polizia locale a tempo indeterminato.

Quali iniziative saranno  attuate per i pedoni?

Maggiore attenzione voglio dedicarla proprio ai pedoni della nostra città. Ho previsto, infatti, la creazione di dissuasori di velocità, i cosiddetti attraversamenti pedonali rialzati che consentono al pedone di attraversare con più facilità la strada e diminuiscono notevolmente la velocità dei veicoli sulle strade.

E per le infrazioni stradali?

È quasi prossimo l’acquisto di uno strumento da installare sull’auto della polizia locale, uno strumento che permetterà, soltanto avvicinandosi all’auto da controllare, di rilevare assicurazione, revisione e tutto quanto concerne la regolarità del veicolo.

La sua delega alle relazioni con il pubblico riguarda in modo particolare la comunicazione. Quali progetti sono in cantiere e quali sono già stati attuati riguardo le relazioni con i cittadini?

Non per vantarmi – sorridendo – sono uno dei pochi che comunica con tutti, sto sempre in mezzo. In realtà, per quanto riguarda la comunicazione devo innanzitutto ringraziare il mio collega Gravetti per l’ottimo lavoro circa l’app della raccolta differenziata. Abbiamo raggiunto tanti cittadini con questo strumento. Vi annuncio però che sto concludendo un grande progetto di questa amministrazione. Sarà lanciato a breve il nuovo sito comunale, quasi un fiore all’occhiello del nostro ente anche perché realizzato interamente dalle maestranze del nostro ufficio informatico. Sarà un portale ancora più semplice da navigare, ci saranno tante funzioni nuove. Insomma, sarà un grande restyling non solo a livello grafico perché il portale sarà anche adeguato alle nuove direttive sulla trasparenza.

Tra le deleghe conferite spicca quella allo sport? Che rapporto ha Lei con lo sport?

Io sin da bambino ho sempre giocato a calcio, a livello locale ovviamente. Questa è una delega che ho richiesto con particolare affetto al nostro sindaco essendo un amante di questo sport. Una passione che mi è stata trasmessa da mio padre, lui ha sempre gestito le vecchie società locali con il segretario Francesco Gatti. Voglio pronunciare qualche parola sullo stadio comunale. I lavori proseguono spediti e spero tanto di vederli conclusi entro il mese di giugno se non prima.

Tornando sulla viabilità, via Sarno è completamente impraticabile. In materia di viabilità cosa sarà fatto?

Proprio ieri l’assessore Gravetti ha inviato una pec alla città metropolitana per metterla a corrente circa la grave situazione. Abbiamo chiesto il rifacimento completo perché alcuni avvallamenti sono dovuti ad infiltrazioni di acqua dell’impianto fognario. Abbiamo fatto alcune conferenze di servizi tra comune, città metropolitana e tutte le società dei sottoservizi. Gori, che gestisce le fognature, e le società telefoniche non hanno partecipato. Erano presenti le società energetiche, l’ente metropolitano e noi come comune. A breve sarà ampliato, finalmente, anche il ponte sul fiume di competenza del comune di Sarno. Mi preme lanciare un appello circa un altro ponte, quello di via San Valentino. È mia intenzione convocare una conferenza di servizi e un sopralluogo di tutte le autorità competenti. Se non erro quello è uno dei ponti postbellici pertanto urge una messa in sicurezza sia della struttura intera che del piano viario. Ovviamente non è di nostra competenza perché il confine comunale e provinciale è posto prima del ponte stesso.

Altri accorgimenti sulle strade periferiche?

Ci saranno. Le strade di nostra competenza nelle periferie sono pochissime, la maggior parte sono di proprietà della città metropolitana. Questo ente sta provvedendo a rivalutare le strade al confine con Poggiomarino, in particolare a breve sarà realizzata una nuova rotatoria e dei nuovi marciapiedi all’incrocio del Pataffio, sulla strada metropolitana che porta a Poggiomarino.

Altri provvedimenti circa il personale?

Si ci sarà un rafforzamento del servizio di portineria e di tanti altri uffici. Preferisco non rivelare i provvedimenti che stiamo attuando ma mi impegnerò nel comunicarlo a fatto compiuto. Riguardo la portineria del comune, già dal primo marzo sarà possibile entrare a palazzo Marino utilizzando un documento di riconoscimento. È un drastico provvedimento che attueremo anche per migliorare la sicurezza. Ci sono stati numerosi furti all’androne, in particolare sono state rubate alcune biciclette dei nostri dipendenti comunali, i quali si impegnano a rispettare l’ambiente raggiungendo gli uffici senza inquinare.

Raffaele Massa