Sospetta meningite, deceduta al “Cotugno” insegnante della provincia di Napoli

458

E’ ancora emergenza meningite in provincia di Napoli. Un’insegnante di 58 anni è morta questa notte all’ospedale “Cotugno” di Napoli, per una sospetta meningite batterica.

La donna, residente a Marigliano, insegnava in una scuola elementare del posto, in località “Faibano”, che è stata immediatamente chiusa dal sindaco Antonio Carpino, non appena ha ricevuto comunicazione del sospetto caso di meningite batterica.

Bambini, insegnanti e personale scolastico, ha fatto sapere il sindaco, sono già stati sottoposti alla profilassi del caso. ”Al momento non abbiamo ancora alcuna diagnosi ufficiale – ha detto Carpino – ma abbiamo comunque allertato tutti i medici e i pediatri del territorio, e chiunque ritenga di aver avuto contatti con l’insegnante può rivolgersi al proprio medico”.

In città la notizia si è rapidamente diffusa, e anche altre scuole del territorio sono rimaste semideserte. ”C’è molto allarme – ha concluso Carpino – e per tranquillizzare tutti abbiamo disposto la disinfezione di tutte le scuole del territorio”.

L’allarme a Napoli e provincia va avanti incessantemente dal periodo natalizio, ovvero da quando un ragazzo di appena 18 anni residente di Agerola è deceduto all’ospedale “San Leonardo” di Castellammare di Stabia. In quel caso gli accertamenti effettuati dalle Asl campane hanno confermato che si è trattato di meningite.

Share