Castellammare, tema immigrazione: domenica convegno al Palazzetto del Mare

394

Domenica 26 febbraio alle 10.30 presso il palazzetto del mare a Castellammare di Stabia si terra’ un convegno organizzato da Fratelli d’Italia-AN e Gioventù Nazionale dal titolo: “#PrimagliStabiesi: confronto aperto sul tema dell’immigrazione a Castellammare”, che da come si può notare dalla locandina prevederà l’intervento di importanti esponenti politici e tecnici, oltre ad una serie di associazioni, comitati cittadini ed il sindaco Antonio Pannullo che, da ospite, sarà chiamato a dare risposte a FdI-AN e soprattutto alla città.

Cosi l’avvocato Ernesto Sica, anche coordinatore cittadino FDI-AN e Dirigente Nazionale GN, ha commentato l’evento: “Noi riteniamo che 210 immigrati a Castellammare rappresentino un numero eccessivo da ospitare , la città non è pronta sia dal punto di vista delle strutture ricettive sia dal punto di vista socio-economico ed organizzativo. Castellammare ed i suoi cittadini soffrono di innumerevoli problemi i quali, se non risolti, non possono lasciare spazio al tema dell’accoglienza. Chi ha davvero bisogno di aiuto sono proprio i cittadini stabiesi!

Detto ciò noi abbiamo coinvolto in questo evento tutti i quartieri della città e vari strati della stessa tramite associazioni e comitati, in modo tale che la cittadinanza possa esprimere il proprio parere sul tema; infatti contrariamente a quanto di solito accade nei convegni, saranno prima i cittadini a prendere parola ed i relatori ad ascoltare. Sono molto soddisfatto che il sindaco Pannullo abbia accolto il nostro invito a partecipare, in modo tale che possa avere luogo un confronto aperto e leale.

Noi siamo della nostra idea sul punto , ma siamo aperti a confrontarci ed a trovare una soluzione condivisa con la città ed il sindaco.
Ringraziamo ovviamente anche il presidente dell’ordine degli avvocati di T.A. Gennaro Torrese e il presidente della scuola forense di T.A. Maria Formisano per l’apporto tecnico che daranno all’incontro. Credo che domenica scriveremo una pagina importante nella politica cittadina”.

Share