Castellammare, l’annuncio di Pannullo: “Prima parte della villa comunale entro il 25 marzo”

436

“Avevamo promesso la villa comunale di Castellammare di Stabia entro le feste di Natale ma non è stato possibile. Ritardiamo solo qualche mese perché il primo tratto del lungomare sarà riconsegnato il prossimo 25 marzo mentre l’intera opera sarà pronta entro il 15 maggio”.

E’ questo l’annuncio che il sindaco Antonio Pannullo e l’assessore Giuseppe Rubino hanno fatto questa mattina a Palazzo Farnese in una conferenza stampa improntata sul tema della villa comunale di Castellammare.

“Non faremo nessuna festa al momento dell’inaugurazione ma solamente una manifestazione cittadina – spiega Pannullo -. A noi non piace festeggiare per il semplice motivo che la riconsegna della villa alla città rappresenta solamente il primo obbiettivo da raggiungere ed è il minimo che questa amministrazione dovrebbe fare. Dopo la riconsegna della villa, lavoreremo su altri fattori. Una cosa è certa: ormai siamo in dirittura d’arrivo”.

Già da domani mattina partirà il collaudo nel tratto di lungomare che dovrà essere aperto a fine marzo. In questi venti giorni che mancano per l’apertura della villa comunale, la ditta che si sta occupando dei lavori di restyling, la ‘Rf Appalti’, dovrà installare le panchine (anche nei pressi delle fioriere), le fontanine, impianto di irrigazione e migliorare il verde che andrà a colorare il lungomare. Non dovrebbero esserci, però, ulteriori ritardi.

In compagnia del sindaco Pannullo, come detto precedentemente, c’era anche l’assessore all’Urbanistica che ha illustrato tutto l’iter burocratico e tecnico del progetto che si è concluso solamente negli ultimi giorni. “Il progetto che era stato presentato dalla prima ditta, la ‘Ma.Mi.’, è stato completamente rigettato e di questo il Comune di Castellammaresi cautelerà in tutte le sedi opportune. Dovranno spiegarci cosa hanno fatto e come hanno fatto determinate cose.

Allo stesso tempo, abbiamo portato avanti delle migliorie al progetto del 7 aprile 2016 presentato dalla Rf Appalti. Questo tipo di progetto, infatti, aveva dei punti che dovevano essere migliorati, e approvati, in corso d’opera ed è stato quello che abbiamo fatto. Purtroppo abbiamo avuto tantissimi problemi e abbiamo dovuto studiare tantissime soluzioni per risolvere il tutto ma fortunatamente tutto è andato per il meglio e, inoltre, bisogna considerare che tutte le novità che sono state portate non hanno aggravato il peso economico dell’intera opera”.

“Ringrazio – continua Rubino – tutte le forze politiche che in questi mesi hanno lavorato in maniera impeccabile con noi, sia di maggioranza sia di minoranza. In Commissione Urbanistica, per esempio, abbiamo ascoltato le proposte dei nostri “rivali” politici e le andremo a mettere in atto perchè sono funzionali al progetto. Per esempio, nella parte di villa che parte dalla Cassa Armonica ed arriva alla banchina, sarà individuata un’area nella quale posizionare delle giostre per i bambini e creare un piccolo parco giochi sicuramente migliore rispetto a quello del passato”.

Ormai, comunque, ci siamo: la villa sarà presto riconsegnata e sembra essere quasi un sogno. Un’opera di restyling durata anni e per mesi rimasta ferma a causa dell’incapacità politica. “Siamo soddisfatti – conclude Pannullo – perchè fra le opere rimodulate dalla Regione Campania, la nostra sarà la prima ad essere consegnata”. Mancano venti giorni al primo tratto, poco più di due mesi per il completamento: Pannullo sembra aver mantenuto la promessa.

Gennaro Esposito