Castellammare, tenta furto all’Acqua della Madonna: in manette affiliato alla camorra

419

I carabinieri della stazione di Castellammare di Stabiahanno tratto in arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata Maurizio Del Sorbo, un 46enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine e già sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

Secondo le primissime indiscrezioni e secondo le indagini portate avanti dai carabinieri di Castellammare, il 46enne arrestato aveva dei rapporti molto stretti con il clan D’Alessandro attivo a Castellammare, particolarmente nei quartieri di “Scanzano” e proprio del centro antico della città delle acque.

Dalle indagini dei carabinieri è emerso che si è reso responsabile di un furto con destrezza il 27 gennaio a Castellammare, quando ha approfittato della distrazione di un 66enne di Pimonte, che stava raccogliendo acqua nella zona dell’“Acqua della Madonna” (centro antico stabiese) per sfilargli il portafogli.

I militari lo hanno velocemente identificato e la perquisizione personale e domiciliare ha permesso di recuperare il denaro contante provento del furto. Dopo le formalità Del Sorbo è stato tradotto al carcere di Poggioreale.