“Volart 2017”, giovani, cultura, arte e musica alla Galleria SEdiciCasa di Volla

611

Oggi, domenica 5 marzo 2017, alle ore 18.00 a Volla presso il foyeur della Galleria  Sedicicasa,  l’associazione “CentroStudioMusica”, in collaborazione con altre aziende  commerciali  del territorio, presenta la manifestazione Volart 2017 – III edizione “I Misteri di Napoli ispirano Caravaggio”.

Il M° Giuseppe Lipari presidente dell’associazione “CentroStudioMusica”, ha dato vita al progetto di cui è direttore artistico, autore e  regista. Il progetto ha incontrato il favore dell’imprenditore Luciano Manfellotti, patron della galleria commerciale SEdiciCASA  e di Rinascimento Mobili, azienda  leader dell’arredamento, che ha aderito con entusiasmo, trasformando la parte centrale della struttura in un vero e proprio teatro.

Ed è proprio questo connubio Azienda/Cultura che rivela il successo della manifestazione e non solo, in quanto la sinergia stabilitasi da entrambi sensibili alle problematiche giovanili, ha dato origine anche all’istituzione di tre borse di studio per giovani allievi geometri dell’ITCG  “Archimede” di Ponticelli, alla loro partecipazione a stage aziendali  anche presso altre aziende leader del settore Arredamento, sfruttando quindi la combinazione dell’alternanza “scuola-lavoro”, e offrendo ai giovani alunni una grande opportunità di lavoro in un territorio difficile.

Il termine Volart è stato coniato per parlare di “arte a Volla” ed è un progetto ben definito che già nelle scorse edizioni, ha incontrato il favore del pubblico e della critica.

Volart nella sua progettualità nasce  nel 2014 per dare una ribalta ai giovani artisti talentuosi non professionisti del territorio, per rafforzarne le caratteristiche artistiche e completarne la formazione tecnica, rendendoli parte di un prodotto, o semplicemente di uno spettacolo da poter poi proporre varcando le barriere territoriali, inserendo la cultura, la musica e l’arte in generale nella vita dei giovani, facendoli sentire parte trainante della società. Il progetto si prefigge inoltre di far conoscere attraverso la narrazione, alcuni aspetti affascinanti del nostro territorio, delle nostre città, attraverso luoghi e protagonisti che hanno segnato il nostro essere.

In questa edizione, si narra di Napoli e dei suoi misteri (O’ Munaciello, La Bella Mbriana, O’ cuorno, etc etc ), quindi una Napoli quasi esoterica che ha ispirato la pittura del Caravaggio, pittore misterioso e maledetto, che visse e operò a Napoli nella prima metà del 600.

Lo spettacolo si avvale di giovani voci narranti: Pina Lipari, Gabriella Picardi, ;  Gennaro Rosati; di giovani cantanti: Alessia Bortone, Ciro Marra, Natalia Maione, Annalisa Russo, Carmen Baldari, Chiara Cozzolino e Roberta Ramaglia; del giovane tenore Pasquale Francese; della giovane violinista: Nives Viscovo; dei giovani pianisti: Giuseppe Leone, Mario Esposito, Genny di Costanzo e Alessandro Catalano.

La novità di questa edizione è la partecipazione dell’ormai famoso  gruppo “Tableaux  Vivants” che, reduci da successi in Italia e Europa, mettono in scena le opere di Caravaggio.