Deteneva armi e tentò di commettere un omicidio nel 2011, arrestato 25enne di Gragnano

Deteneva armi e tentò di commettere un omicidio nel 2011: è questa l’accusa con la quale è stato arrestato un 25enne di Gragnano dopo un’operazione dei carabinieri dell’Aliquota Operativa della di Castellammare di Stabia.

Stiamo parlando di Giacomo Di Somma il quale ha visto notificarsi dai militari locali un ordine di esecuzione emesso dalla Procura Generale di Napoli.

Il 25enne di Gragnano, già noto alle forze dell’ordine, attualmente è sottoposto al divieto di dimora nel Comune di Castellammare e all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria presso la stazione dei carabinieri di Gragnano.

 

Dovrà espiare 6 anni e 3 mesi di reclusione per tentato omicidio e detenzione e porto illegale di armi, reati commessi nel 2011 a Castellammare di Stabia (per questo motivo non poteva risiedere nella città delle acque).

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteLe riflessioni dopo Napoli-Real Madrid e l’uscita dalla Champions
SuccessivoCastellammare, Manniello cede la Juve Stabia? L’ipotesi israeliana è concreta
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.