Nuove Terme di Stabia: l’amministrazione incontra Invitalia e Regione Campania

355

Terme di Stabia (4)“Nuove Terme di Stabia: lavoreremo alla riqualificazione con Regione Campania ed Invitalia, in vista di una rinnovata capacità di essere attrattore di interesse sul mercato”.

E’ quanto dichiarano in una nota congiunta Antonio Pannullo e Andrea Di Martino, sindaco e vicesindaco di Castellammare di Stabia a margine dei due incontri avvenuti a Roma nella sede di Invitalia e successivamente a Palazzo Santa Lucia sede della giunta regionale.

“I due incontri a Roma e Napoli sulle Nuove Terme di Stabia erano propedeutici alla definizione di una serie di misure che come amministrazione vogliamo mettere in campo per il rilancio del settore termale a Castellammare, cosa che non possiamo fare senza sostegno delle altre istituzioni”.

“Da Invitalia ci è stata manifestata una grossa criticità sul pregresso andamento della gestione in particolare modo delle Nuove Terme di Stabia.

Il fallimento prima dell’azienda e la preoccupante condizione finanziaria in cui versa la Sint (la società che amministra i beni immobili delle terme) suggeriscono in primis la messa in sicurezza della società immobiliare e quindi una misura da parte di Regione Campania per la rifunzionalizzazione del complesso del Solaro.

“L’incontro in Regione è stato funzionale per valutare un quadro d’insieme dell’intero patrimonio termale. Per quanto concerne Antiche Terme abbiamo sottoposto di nuovo la manifestazione di interesse in vista del project financing, come licenziato dalla commissione consiliare, nonché abbiamo avanzato una proposta di affidamento provvisorio attraverso una società pubblica.

Su Nuove Terme abbiamo rappresentato la necessità di trovare una misura necessaria alla riqualificazione del complesso del Solaro in vista di una rinnovata capacità di essere attrattore di interesse sul mercato”, hanno concluso Pannullo e Di Martino.