Boscoreale: alla Castaldi Rodari i princìpi della legalità

386

boscoreale castaldi rodari legalitàCinque giorni di incontri e dibattiti all’IC 3° Castaldi Rodari di Boscoreale per declinare in ogni suo aspetto la parola “Legalità”. Se poi si considera l’impegno della “istituzione scuola” in aree della periferia urbana, come appunto in questo caso, in cui le problematiche della legalità s’incontrano, e si scontrano, ogni giorno con situazioni di sofferenza, allora ben si comprende quanto sia importante l’impegno della Scuola, e dunque dell’IC3° Castaldi Rodari, con i suoi operatori, docenti o meno che siano, per lo sviluppo e la crescita di un cittadino rispettoso di leggi e doveri, elementi sulla cui base poggia il valore di una Nazione con moderna democrazia.

L’iniziativa della Castaldi Rodari, che è inserita all’interno delle manifestazioni per la “Settimana della Legalità” vedrà alternarsi nei plessi di “Marchesa” e di “Passanti” magistrati, forze dell’ordine, psicologi, docenti, giornalisti, scrittori e amministratori. Fitto e articolato il programma degli interventi. Si inizia lunedì 20 marzo, dalle 9 e 30 alle 11, a Passanti, nella sala “polifunzionale” con le classi di scuola primaria e secondaria.

Alle 11 e 15, a Marchesa, ci sarà il saluto della Dirigente scolastica Teresa Mirone e, a seguire, gli interventi del sindaco di Boscoreale, Giuseppe Balzano; del comandante della Compagnia carabinieri di Torre Annunziata, Capitano Andrea Rapone; del Maresciallo Massimo Serra; comandante della stazione carabinieri di Boscoreale e del comandante della Polizia locale, architetto Salvatore Celentano. Con un convegno – dibattito sulla “Terra dei fuochi. Perché riciclare in legalità” al quale partecipa Federico Bergamelli, avvocato, dell’Istituto Italiano per l’anticorruzione, si apre, martedì 21 marzo, dalle 10 alle 12, la seconda giornata delle manifestazioni, al plesso Passanti.

Per mercoledì 22 marzo, nella sala teatro del plesso Marchesa è previsto il convegno su “L’eutanasia: vivere … o non vivere… questo è il dilemma”. Sono in sommario gli interventi del Capitano Andrea Rapone; del dirigente della Polizia di Stato di Torre Annunziata, Vincenzo di Gioia; del Sostituto Procuratore della Repubblica presso la Dda di Napoli, Raffaello Falcone; della Psicologa Rosa Cioffi e del parroco di Sant’Anna ai Pellegrini, Don Emilio Ventre.

Ospiti, saranno il sindaco Balzano e il maresciallo Serra. Per giovedì, invece, sono previsti sia interventi a marchesa sia a Passanti. A Marchesa, saranno ospiti Andrea Iovino, della Bimed; Silvana Famiani, scrittrice e Carlo Avvisati, storico. Il tema dell’incontro è “La cultura come dovere e impegno sociale”. Nella sala Polifunzionale di Passanti, invece, si parlerà del “dovere di rispettare l’ambiente” incontro a cui saranno presenti Valentina Onesti, rappresentante per la scuola e la formazione di Legambiente Campania, Francesco Servino, giornalista e Umberto Saetta, ambientalista.

Tra Plesso Passanti e Marchesa, venerdì 24 marzo, giornata conclusiva, sono previsti interventi di Francesco Servino, a Passanti, per “I Paladini di Ferdinando Servino” e, a Marchesa il convegno su “La Costituzione: diritti e doveri” con intervento di Francesco Paolo Oreste, scrittore. “Sento il dovere di ringraziare tutti coloro i quali hanno voluto dedicare tempo e professionalità ai nostri ragazzi – ha rimarcato la dirigente scolastica Teresa Mirone – spendendolo per offrire loro spunti di significativa crescita personale, da vivere attraverso l’esercizio consapevole della cittadinanza attiva e responsabile”.

Maria Cirillo