Sant’Anastasia, inaugurata la Piazzetta Lions cittadinanza attiva umanitaria

517

E’ stata inaugurata la “Piazzetta Lions per la cittadinanza attiva umanitaria”, un’area di circa 926 mq, che, con apposita delibera di G.C., venne recentemente individuata in via Alcide De Gaspari, confinante con il Parco Tortora Brajda e l’area a verde attrezzato in cui insiste il chiosco della ditta Arco Gelo.

Le autorità presenti ed il Sindaco, dopo i discorsi di rito, hanno provveduto a scoprire la targa, realizzata in pietra lavica, della prima piazza che rappresenta l’attuazione del principio della sussidiarietà orizzontale.

Il Presidente del distretto Lions Club Sant’Anastasia Monte Somma, Ferdinando Scognamiglio – richiamando l’articolo 118 comma 4 della Costituzione, che favorisce l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà – propose al sindaco di intitolare una piazza/luogo del paese alla Cittadinanza Attiva Umanitaria.

Lo scopo primario è quello, con il coinvolgimento dei giovani allievi delle scuole locali, di tenervi concerti, mostre di artigianato di eccellenza, rappresentazioni teatrali della storia del Comune e corsi di preparazione alla cittadinanza attiva. Ciò nell’ottica di realizzare sul territorio anastasiano servizi ed attività di civico interesse, nonché seminari su temi della pace e della musica per la promozione di talenti.

L’Ente accolse la richiesta perchè i contenuti delle attività descritte rispondono anche agli obiettivi ed al programma dell’amministrazione, in quanto possono contribuire a realizzare la sussidiarietà orizzontale e nel contempo favorire il miglioramento del rapporto Ente-cittadinanza, nonché far conoscere più approfonditamente il senso insito nel valore costituzionale della sussidiarietà.

“La presenza del sindaco dà un’importanza particolare al nostro incontro. Questo – dice il past direttore internazionale prof. Ermanno Bocchino – è un summit perché ci sono tantissimi amici cari presidenti di club che ben rappresentano i Lions. Oggi è una giornata di sole per il nostro Lionismo, perché inauguriamo e facciamo nascere una piazza, che già nella scritta “cittadinanza attiva umanitaria” fa capire tutto l’amore che i Lions hanno per il mondo e per l’Italia. Sarà molto importante dare un valore al tempo che i cittadini attivi dedicano al bene comune e cercheremo di far entrare nei bilanci dello Stato e dei comuni la nuova voce “risorsa sussidiaria”. Col Sindaco e con l’assessore al bilancio stiamo studiando nuove frontiere, più avanzate, per fare in modo che pubblico e privato possano sommare le proprie risorse per affrontare i bisogni della comunità. Con la piazzetta puntiamo al civismo, una terza via, una missione per dare a tutti gli abitanti di Sant’Anastasia un pó del nostro cuore e un po’ della nostra intelligenza. L’intelligenza per capire, il cuore per servire”.

“Fin dall’insediamento abbiamo detto che le associazioni sono la terza gamba dell’amministrazione, insieme alla Giunta e al Consiglio. Ringrazio – dice il sindaco Lello Abete – i Lions per quello che fanno, per lo spirito di come lo fanno e sono sempre eventi egregi. Questa inaugurazione non è un caso e spero che riusciremo a farla vivere questa piazza, in modo che sia di esempio e di augurio a chi crescerà in questo quartiere. Essere cittadini attivi vuol dire essere parte diligente della società. Insieme ai Lions possiamo organizzare eventi qui, coinvolgendo le scuole, perché sono il nostro futuro e dovranno essere anche loro cittadini attivi”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano