Giornate Nere a Napoli e provincia: il 29 marzo delle forze dell’ordine

0
551
giornate nere mariglianella

giornate nere mariglianellaGiornate Nere a Napoli e provincia. Con l’avvicinarsi del weekend, la polizia di stato e l’Arma dei carabinieri, mediante servizi coordinati e congiunti, hanno intensificato il monitoraggio degli scali portuali, soprattutto in arrivo sull’Isola di Ischia.

In quest’ambito, sono stati predisposti servizi di osservazioni volti a controllare le persone dedite al traffico di stupefacenti tra la terra ferma ed Ischia; nel pomeriggio di ieri, nel porto di Forio sono stati fermati congiuntamente da militari dell’Arma ed agenti della polizia di stato, due giovani ischitani provenienti con aliscafo dal capoluogo partenopeo.

A seguito di perquisizione personale e domiciliare, uno dei due è stato trovato in possesso di 2 panetti da 100 grammi ciascuno, di sostanza stupefacente di tipo hashish. Accertamenti successivi, mediante l’analisi dei telefonini, hanno consentito di acclarare che i due hanno effettuato insieme il “viaggio” di approvvigionamento per Napoli.

La sostanza stupefacente è stata sequestrata, ed i due giovani, Omar Medefai ed Alessandro Conte, ischitani 25enni, al termine delle operazioni di rito, saranno condotti presso il carcere di Poggioreale.

Giornate Nere/Ieri notte, gli agenti della polizia di stato dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato il 24enne di Poggioreale Giuseppe De Caro in quanto ritenuto responsabile del reato di tentata rapina impropria e resistenza a pubblico ufficiale in concorso con un complice non ancora identificato. I poliziotti li hanno sorpresi verso mezzanotte in via Pier della Vigna mentre tentavano di forzare l’ingresso di un supermercato.

Accortisi all’ultimo istante dell’arrivo dei poliziotti avvicinatisi in silenzio, con un balzo si sono dati alla fuga verso via S.S. Pietro e Paolo abbandonato a terra gli attrezzi da scasso poi sequestrati. Poco più avanti, sempre in via della Vigna sono stati raggiunti, ma uno dei due ha dato un forte spintone ad uno dei poliziotti facendolo cadere a terra e consentendo la fuga del complice.

Poco più avanti De Caro è stato pertanto raggiunto e dopo aver opposto una violenta resistenza è stato finalmente bloccato. Giuseppe De Caro, già noto per i suoi numerosi precedenti di polizia è stato quindi arrestato in attesa della celebrazione del processo con rito direttissimo. Sono in corso le indagini per la identificazione ed il rintraccio del complice.

Giornate Nere/I carabinieri di Poggiomarino hanno tratto in arresto in flagranza Raffaele Iossa, 38 anni, di Boscoreale, già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di detenzione a fini spaccio di stupefacenti. Nel corso di perquisizioni, personale e domiciliare, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato in un casolare proprietà del predetto in località bocca pianola un involucro contenente 102 grammi di marijuana e 3 confezioni della stessa sostanza nonché materiale vario per il confezionamento. L’arrestato è stato tradotto a Poggioreale.

Giornate Nere/La polizia di stato ha arrestato Francesco Volpe, napoletano 48enne, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli agenti del controllo del territorio del commissariato di polizia San Paolo, unitamente a quelli dell’Ufficio Prevenzione Generale, transitando in via G. Leopardi hanno notato un fascio laser provenire dal balcone del secondo piano di uno stabile che colpiva automobilisti e o ciclomotori in transito.

Gli agenti insospettiti hanno effettuato dei controlli, accertando che il raggio verde proveniente dal balcone non era altro che il segnale utilizzato da uno spacciatore per segnalare la sua presenza agli acquirenti. I poliziotti, infatti, hanno notato diversi ciclomotori che dopo essere stati “colpiti” entravano nel cortile dello stabile per acquistare droga da un uomo posizionato sul ballatoio del secondo piano.

Alla vista della polizia gli acquirenti sono riusciti a far perdere le loro tracce, mentre lo spacciatore si disfaceva di una pochette lanciandola su di una tettoia posta a copertura del pianerottolo. I poliziotti hanno recuperato e sottoposto a sequestro il borsello ed il suo contenuto: un puntatore laser, 11 dosi di cocaina e 4 dosi di hashish.

Dal controllo effettuato nell’abitazione del 48enne gli agenti hanno sequestrato una bustina di plastica con all’interno della marijuana, un barattolino in vetro con hascisc ancora da confezionare, tutto l’occorrente per il confezionamento di dosi e 215 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio nascosti in tasca al Volpe. L’uomo stamani sarà giudicato con rito direttissimo.

Giornate Nere/I carabinieri della stazione di Brusciano hanno arrestato per detenzione di arma clandestina e ricettazione e per detenzione di stupefacente a fini di spaccio Saverio Pianese, un 53enne di Mariglianella già noto alle forze dell’ordine. Nel corso di perquisizione nella sua casa in via Napoli l’uomo è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica carica calibro 6,35 con matricola abrasa (avendo intuito l’imminente irruzione dei carabinieri si stava accingendo a buttare l’arma da una finestra ma è stato bloccato dai militari che hanno fatto prima di lui). Nella sua abitazione, inoltre, sono stati rinvenuti e sequestrati 52 grammi di hashish in stecchette, pronte per lo smercio al dettaglio. L’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Giornate Nere/Giuseppe Di Napoli, 18enne napoletano è stato arrestato dai poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico poco dopo le 14 di ieri per il reato di rapina e successivamente alle 20 dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. Una “pantera” della polizia di stato, impegnata nel controllo del territorio, ha notato dei giovani in via E. Pessima che attiravano la loro attenzione sbracciandosi.

Gli agenti hanno accertato che i tre, erano stati appena rapinati da un giovane in piazza Dante mentre erano in compagnia di un altro loro amico preso come ostaggio dal rapinatore mentre si allontanava. I poliziotti, raccolti tutti gli utili elementi per il rintraccio del rapinatore, lo hanno intercettato in via Vincenzo Bellini unitamente alla vittima che era stata obbligata a seguirlo. Gli agenti lo hanno accerchiato ed arrestato.

Il rapinatore aveva avvicinato i quattro, tra piazza dante e via Portalba e facendo intendere di essere armato si faceva consegnare tutti i soldi per un totale 250 euro. I soldi sono stati recuperati e restituiti alle vittime. Il rapinatore è stato condotto presso la sua abitazione in via Salita dei Principi e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa della direttissima di oggi.

Ieri sera, il rapinatore, ha ritenuto opportuno scendere di casa ma è stato intercettato dai poliziotti dell’Reparto Prevenzione Crimine Campania intenti ad effettuare mirati controlli del territorio all’interno del Quartiere Sanità. Il 18enne, in un primo momento, ha dichiarato ai poliziotti di non avere documenti con se ma, alla possibilità di essere condotto in Questura, ha raccontato di essere stato arrestato poche ore prime dai loro colleghi. Il rapinatore è stato nuovamente condotto presso la sua abitazione in attesa di essere sottoposto a giudizio. Inoltre, il giovane 18enne, era stato arrestato 15 giorni fa per il reato di estorsione e successivamente giudicato, condannato ed il 16 marzo scarcerato beneficiando della sospensione della pena.

Alfonso Maria Liguori