Lungomare Oplonti: questa mattina l’inaugurazione a Torre Annunziata

825

lungomare oplonti inaugurazione torre annunziataLungomare Oplonti: questa mattina l’inaugurazione a Torre Annunziata. Alla presenza del presidente della Regione Vincenzo De Luca, è stato tagliato il nastro della bretella che congiunge il porto con l’autostrada Napoli-Salerno. Intitolata la nuova piazzetta del Lungomare Oplonti al commerciante vittima innocente della camorra Andrea Marchese, ucciso nel ’95 da un baby camorrista durante una rapina.

“Un momento importante per la città – ha dichiarato il sindaco Giosuè Starita – è solo la prima fase di un lavoro di straordinaria portata. Con 33 milioni di euro, la regione ha finanziato la realizzazione del primo lotto che include la bretella e la diga foranea; per il secondo lotto, già appaltato, è previsto il drenaggio del porto. Altri sette milioni sono stati stanziati per la pulizia della spiaggia della Salera.

La conclusione di questo primo pezzo è stata difficile per le tante interferenze, ma soprattutto per le 50mila tonnellate di rifiuti. Tre sono gli obiettivi raggiunti – ha concluso – i quartieri di Deriver e Rovigliano saranno inclusi nella città, non ci saranno più barriere architettoniche per l’accesso al porto e, di conseguenza, si avrà decongestionamento del traffico cittadino”.

“Intitolare la rotonda ad un cittadino torrese vittima della camorra è modo per affermare i valori di legalità, trasparenza, correttezza e rispetto nei rapporti umani – sono state le parole del presidente della Regione De Luca –. La settimana scorsa è stata inaugurata la villa comunale di Castellammare di Stabia, oggi la bretella, poi completeremo la diga foranea e il secondo lotto. Il porto di Torre Annunziata può diventare il terzo porto della regione”.

“Se non ci fosse la Regione – ha ammonito – avreste solo i sospiri, che servono per la poesia, ma per i cantieri, le strade, i porti ci vogliono i soldi”. Il governatore ha concluso il suo intervento rassicurando i cittadini di Rovigliano che lamentano il blocco del traffico a causa della nuova struttura stradale.

Il governatore ha inoltre prospettato la bonifica del fiume Sarno e ha annunciato che, nell’ambito del Grande Progetto Pompei, è stata progettata una stazione centrale che faccia da interscambio tra alta velocità e circumvesuviana. Tanti gli annunci e gli obiettivi prefissati dopo l’inaugurazione del Lungomare Oplonti: sono mancati, però, dei chiarimenti sui tempi di realizzazione.

Roberta Miele