Ercolano, Colomba Formisano (Pd): “Sono una ferma sostenitrice del lavoro di squadra”

770

Colomba Formisano ercolanoColomba Formisano: punta di diamante di un Partito Democratico che a Ercolano brilla sempre più di “rosa”. Un medico, una figura importante all’interno della maggioranza guidata dal sindaco Ciro Buonajuto. Un’esponente del Pd che può fare la differenza all’interno di una comunità forse stanca di bombardamenti mediatici ed eccessivi protagonismi.

“Con grande umiltà – ha precisato Formisano – sono pronta a mettere la mia professionalità e il mio impegno politico al servizio della città. E’ per il bene della mia gente, per lo sviluppo di questa nostra Ercolano che ho iniziato un percorso politico basato essenzialmente sulla tutela delle fasce più deboli della comunità. Ritengo fortemente che ogni essere umano, al di là del colore della pelle o del credo religioso, debba essere rispettato come tale.

E’ opportuno che ogni membro della società civile offra il proprio umile contributo alla causa nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche. Come in una catena di montaggio ognuno dovrebbe ricoprire mansioni consone alla propria formazione professionale per produrre ‘meglio e di più’. Non mi interessa polemizzare con alcun singolo amministratore né puntare il dito contro qualcuno: mi ritengo una ferma sostenitrice del lavoro di squadra e della sinergia operativa tra le forze in campo.

A patto però che le interazioni tra i vari componenti di questo governo locale siano sempre basate su principi di lealtà, correttezza e trasparenza operativa”. Camice bianco stimato in città Colomba Formisano avrebbe le carte in regola per ricoprire qualsiasi ruolo all’interno dell’amministrazione comunale e persino di ambire democraticamente a ricoprire la carica di sindaco alle prossime elezioni. Precisiamo che questa è un’opinione largamente diffusa tra la gente di Ercolano ma non espressa dalla Formisano che ha sempre sottolineato come la disponibilità a fare bene per la comunità vesuviana non conosca da parte sua condizione alcuna.

“Non rincorro cariche specifiche – ha concluso la leader del Pd – ma anelo ad offrire il massimo contributo alla causa certa delle potenzialità appena scalfite di Ercolano. Credo nei giovani, veri eredi di questo nostro mondo e farò quanto in mio potere perché alle nuove leve ercolanesi venga offerta la massima collaborazione da parte del governo locale. Non è più tempo di ‘inciuci’, pettegolezzi sterili e questioni personali.

Occorre lavorare fianco a fianco per riscattare definitivamente l’immagine e la credibilità di una realtà vesuviana che vanta tradizioni storico culturali celeberrime”. Chiaro il messaggio di Colomba Formisano, positivo e costruttivo nei confronti dell’intero consiglio comunale. Della serie: Ercolano può contare sulla grinta e sulla professionalità di chi è pronta a ricoprire qualsiasi carica per il bene della sua gente.

Alfonso Maria Liguori

Condividi
PrecedenteElektra di Richard Strauss, al Teatro San Carlo di Napoli ultima replica
SuccessivoCasola di Napoli, 46enne di Lettere prova ad avvicinarsi alla ex e litiga con i carabinieri: arrestato
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.