Angela Celentano, l’appello della famiglia: “Diffondete le foto di Celeste”

Maria e Catello Celentano sono convinti che la messicana Celeste Ruiz sia loro figlia Angela. Nel 2010 la ragazza si mise in contatto per alcuni mesi con i Celentano inviando loro anche una foto

1715

Angela Celentano Celeste“Chiediamo alle autorità e ai media messicani di diffondere la foto di Celeste Ruiz, perché siamo convinti che quella ragazza sia nostra figlia”. Non si ferma la speranza dei genitori di Angela Celentano che durante la trasmissione di Rai Tre, Chi l’ha visto?, lanciano un’altra richiesta.

Le loro speranze non si sono mai fermate, sono, anzi, tornate più forti e vigorose negli ultimi anni, quando la vicenda triste che ha colpito la loro famiglia nel lontano 1996 si è intrecciata con quella di una ragazza messicana, Celeste Ruiz, che si sua spontanea volontà si è fatta avanti nella famiglia Celentano. Ricordiamo che Angela Celentano era in gita con gli amici più di 20 anni fa sul Monte Faito quando sparì, inghiottita dal silenzio del monte. Negli anni i genitori hanno fatto di tutto per mantenere viva l’attenzione dei media sulla loro storia affinché non si smettesse di cercare, certi, loro, che la figlia sia viva.

Maria e Catello Celentano, genitori di Angela, sono convinti che la ragazza messicana, Celeste Ruiz, sia la loro figlia. Fu proprio Celeste che nel 2010 contattò tramite mail la famiglia napoletana, raccontando di essere stata adottata e che gli episodi raccontatele dalla madre adottiva corrispondevano perfettamente a quelli spulciati on line a proposito di Angela Celentano. La ragazza inviò loro una foto che riprendeva le sue sembianze, quelle che aveva nel momento dello scambio di lettere con i Celentano, precisando però di non voler essere contattata e che preferiva vivere in Messico, con la sua famiglia adottiva. Ma i Celentano, alimentati da una speranza vicina alla realtà, allertarono le autorità italiane che si recarono in Messico per capire chi ci fosse dietro questo scambio di mail. Ma di Celeste nessuna traccia, all’indirizzi carpito tramite la rintracciabilità della posta elettronica, vive una famiglia esposta in politica della città messicana.

Recentemente anche il Messico ha deciso di far luce su questa storia che intreccia la sua cronaca con quella italiana; sono stati promessi importanti somme di danaro a chiunque disponga informazioni utili per sbrogliare questa fitta matassa.

Durante l’appello dei Celentano a Chi l’ha visto?, era presente anche il legale della famiglia, l’avvocato, Luigi Ferrandino, che ha precisato: “Il fatto che nessuno abbia dato indicazioni utili agli investigatori e reclamato la ricompensa ci induce a pensare che l’immagine non sia stata sufficientemente pubblicizzata. Rinnovo il mio appello al ministro Orlando: quello scatto è di cruciale importanza per le indagini e deve essere veicolato insistentemente dai media messicani”.