Diventerà la più grande pista ciclabile e pedonale d’Italia la tratta ferroviaria che andava da Cancello a Torre Annunziata. Un restyling della tratto dismesso di San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Boscoreale e Torre Annunziata, sarà il nuovo fiore all’occhiello del basso Vesuviano. Ripercorrendo il vecchio asse della statale 268 del Vesuvio, la ciclabile partirà dalle aree interne della valle del Sarno per giungere al mare.

Lo ha deciso questa mattina la Giunta Regionale della Campania, su proposta del Presidente Vincenzo De Luca.

Con questo provvedimento, già finanziato nel Patto per la Campania, si dà formalmente avvio alle procedure per la realizzazione della più grande pista ciclopedonale d’Italia, che partirà dal comune di San Giuseppe Vesuviano per arrivare nel comune di Torre Annunziata. Il percorso contribuirà fortemente alla riqualificazione urbana, aumentando gli spazi verdi e recuperando grandi aree per il tempo libero, per il divertimento, per la socialità.

È bellissima notizia – ha commentato il sindaco Giosuè Starita – la pista terminerà sul litorale oplontino, valorizzando e arricchendo il nostro già suggestivo panorama”.

Desidero esprimere il mio personale ringraziamento e quello dell’intera amministrazione comunale – ha spiegato il primo cittadino di San Giuseppe Veuviano Vincenzo Catapano – al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ed ai Consiglieri regionali Antonio Marciano e Mario Casillo. La delibera di Giunta Regionale adottata riconosce la bontà dell’idea originaria, trasformatasi in una meticolosa progettazione finalizzata alla riqualificazione e riconversione della tratta San Giuseppe Vesuviano – Terzigno – Boscoreale – Torre Annunziata, anche ai fini di una valorizzazione turistica e di una promozione del sistema di mobilità ecosostenibile.

Il risultato raggiunto – ha concluso Catapano – dimostra l’importanza e la centralità del dialogo, del confronto e della collaborazione tra chi amministra e governa gli enti locali di ogni livello. Continueremo, con ancora maggiore entusiasmo, dunque, a lavorare alacremente per determinare un significativo miglioramento di tutti quegli indicatori che esprimono il livello di qualità della vita del territorio“.

Il sindaco di Terzigno Francesco Ranieri, invece, ha esaltato “la buona politica a prescindere dai meriti. Quando si vince – ha commentato – vincono i nostri territori. Dopo il Gal Vesuvio Verde un altro magnifico risultato raggiunto insieme“.

Per la fascia tricolore della città oplontina “È bellissima notizia – commenta Giosuè Starita – la pista terminerà sul mare, valorizzando e arricchendo il nostro già suggestivo panorama

Antonio Giuseppe Flauto

Share