Cocaina e hashish da Napoli a Pomigliano, 7 arresti: ecco tutti i nomi degli indagati

Tra gli indagati figura Mario Ischero, soggetto coinvolto nell’omicidio di Karol Anatolij, avvenuto il 28 agosto 2015

0
3174

droga pistola napoli pomiglianoCocaina e hashish da Napoli a Pomigliano d’Arco, 7 arresti: ecco tutti i nomi degli indagati. Alle prime luci dell’alba i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, a Castello di Cisterna, Brusciano, Napoli e Pomezia, emessa dal Tribunale di Napoli, sezione Riesame, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia (Dda).




Ad essere colpiti 7 indagati (per i primi 5 è stata disposta la custodia cautelare in carcere per gli altri 2 gli arresti domiciliari) ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti con l’aggravante dell’ingente quantità. Nello specifico gli indagati sono: Gennaro D’Ambrosio di 39 anni; Mario Ischero, di 49 anni; Costanzo Magrelli, di 28 anni; Marco Palumbo romano di 37 anni; Pasquale Scuotto di 34 anni; Angelo Ildebrante, di 38 anni; Giuseppe Longo di 44 anni. (Il testo continua dopo il video)

L’indagine condotta dal citato reparto ha consentito di documentare i canali di approvvigionamento della sostanza stupefacente provenienti dal centro di Napoli e destinati all’hinterland e alla provincia.

Stupefacenti verso le piazze di Pomigliano e Brusciano

Sono stati così delineati inoltre i ruoli specifici ricoperti da ciascuno degli indagati nell’ambito del sodalizio criminale dedito allo spaccio di stupefacenti del tipo hashish, marijuana e cocaina nei territori della provincia di Napoli di Pomigliano d’Arco, Castello di Cisterna e Brusciano.

L’attività investigativa ha consentito ai militari dell’Arma di produrre prove tali da consentire l’arresto di 15 persone in flagranza di reato e sequestrare 26 kg di hashish, 28 kg di marijuana, 500 grammi di cocaina e 82 piante di canapa indiana nonché una pistola Beretta calilbro 6,35.

Una particolarità: tra gli indagati figura Mario Ischero, soggetto coinvolto nell’omicidio del muratore-eroe Karol Anatolij, avvenuto il 28 agosto 2015. Episodio elevato agli onori delle cronache per il tentativo, da parte della vittima, di sventare una rapina in danno di un supermarket sito in Castello di Cisterna.

Alfonso Maria Liguori