castellammare vico equense nuovo stabilimentoÈ in costruzione, in queste ore un nuovo stabilimento balneare tra le città di Castellammare di Stabia e Vico Equense. La struttura sorgerà in prossimità della statale sorrentina lungo il tratto di costa compreso tra gli storici lidi “Famous Beach” e “Bikini”.





I lavori per questi nuovi bagni, come si evince dalla cartellonistica posta all’ingresso del cantiere, sono stati autorizzati dal Comune di Vico Equense col permesso di costruzione numero 67 datato 8 agosto 2016. Non è riportata la data in cui avranno termine.

Dalla cartellonistica si evince, inoltre, che lo stabilimento balneare sarà costruito sulla massicciata che protegge la soprastante strada statale sorrentina dall’azione del moto ondoso e sarà attrezzato per l’elioterapia e offrirà tutti i servizi annessi.

Non è noto se l’accesso a questa nuova struttura ricettiva sarà gratuito e i servizi saranno balneare (2)forniti a richiesta, oppure bisognerà pagare un obolo anche solo per l’ingresso come avviene negli stabilimenti privati limitrofi.

La prospettiva di dover pagare per accedere a questo tratto di costa che a tutti gli effetti è l’ultimo rimasto veramente libero tra le due città, qualora questa circostanza risultasse fondata, non è vista con favore dai cittadini che fino all’estate scorsa qui facevano il bagno in piena libertà stendendo gratuitamente e semplicemente l’asciugamano sugli scogli e tuffandosi da questi.

Tra Castellammare e Vico Equense un nuovo stabilimento “di lusso”?

“Purtroppo – ci confida l’anziano signor Antonio, frequentatore del posto da noi intervistato – questa triste situazione si è già verificata qualche anno fa quando a Pozzano la spiaggia libera da noi bagnanti chiamata ‘o Frantoio fu di colpo privatizzata e trasformata in lussuoso stabilimento con ristorante annesso e nome straniero”.

“Sarebbe interessante sapere poi – continua l’anziano – se il Comune di Castellammare è a conoscenza di quest’opera, visto che da quello che possiamo vedere lo stabilimento in costruzione sconfina almeno di un metro in territorio stabiese, proprio sotto la passerella che dovrebbe portare al mare si vede la pietra limite che segna il confine. A destra di questa pietra è Castellammare, a sinistra è Vico Equense”.

Balneare

In attesa che i lavori giungano al termine e che arrivi qualche risposta chiarificatrice sui confini e sulle modalità di accesso alla struttura, che sarebbe bene fornissero le istituzioni interessate, noi de il Gazzettino vesuviano continueremo a vigilare e a tenervi informati.

Ferdinando Fontanella