La violazione dell’ obbligo di dimora costituisce reato e adesso lo sa bene lo “specialista” nei trasporti per il traffico di droga di Varcatuto che, nel vantarsi con conoscenti di essere riuscito a sfuggire ogni controllo recandosi in crociera, si ritrova dall’obbligo di dimora a Poggioreale.

Giacomo Di Pierno, anni 39, già noto alle forze dell’ordine, se ne stava beatamente in crociera con la compagna, in barba all’ obbligo di dimora a cui era stato sottoposto. Posta così le foto per sfoggiare i suoi divertimenti e canzonare i controlli elusi. Ma gli sfugge un particolare: la condivisione a mezzo social è universale e arriva a chiunque.

Di Pierno era lo “specialista” della logistica del traffico di droga tra l’Italia e la Spagna e aveva organizzato lo spostamento di 1.250 kg di hashish e marijuana facendoli nascondere in doppi fondi ricavati su articolati.

Nel giugno scorso i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli lo avevano arrestato insieme a 16 complici con l’accusa di associazione finalizzata al traffico di droga. Successivamente l’autorità giudiziaria lo aveva sottoposto all’ obbligo di dimora: non poteva allontanarsi da Varcaturo, un paesino nell’hinterland a nord di Napoli.

Ma Giacomo Di Pierno si allontana di nascosto e insieme alla compagna parte in crociera nel Mediterraneo, per ben 7 giorni.
Una settimana di relax e divertimenti a bordo ed escursioni a terra (Napoli – Genova – Marsiglia – Baleari – Malta – Messina) immancabilmente immortalati a favore degli amici su un noto social network e la tentazione irresistibile di sfoggiare la bella “evasione dalla quotidianità” gli sono costati la ri-traduzione in carcere.

I carabinieri hanno così potuto documentare il viaggio e il gip di Napoli ha subito aggravato la misura cautelare disponendo la sua traduzione a Poggioreale.