Torre Annunziata, il M5s non parteciperà alle elezioni. Attivisti contro Grillo: “Pretendiamo scuse”

"Scusarsi con gli attivisti che dopo anni di lavoro e sacrificio sono stati ignorati e offesi nella dignità. Attenzione: la nostra non è una richiesta. E' un atto dovuto che pretendiamo"

615

torre annunziata m5sA Torre Annunziata, il Movimento 5 Stelle non parteciperà alle elezioni comunali. Gli attivisti si sono scagliati nelle scorse ore contro il leader nazionale Beppe Grillo: “Ignorati e beffati, pretendiamo scuse”.

“Il problema è che c’è una mancanza di tatto e di empatia. – hanno fatto sapere dal meetup Cinque Stelle Torre Annunziata – Va bene fare i complimenti e l’in bocca al lupo a chi ha avuto la certificazione. Ma sarebbe importante anche dedicare un post di scuse (soprattutto di scuse) e di incoraggiamento a chi non ha ricevuto la certificazione.




Perché degli attivisti che hanno già subito il danno di essere stati ignorati dopo anni di lavoro, devono pure subire la beffa che ‘se non vi hanno certificato vuol dire che siete degli incapaci’. E quindi: noi attivisti del meetup Cinque Stelle Torre Annunziata, esigiamo un post di scuse e di incoraggiamento da parte di Beppe Grillo e degli eletti del MoVimento 5 Stelle.

Perché va benissimo fare gli auguri ai meetup che hanno ricevuto la certificazione per le amministrative dell’11 giugno, ma ancora più importante è scusarsi con gli attivisti che dopo anni di lavoro e sacrificio sono stati ignorati e offesi nella dignità. Attenzione: la nostra non è una richiesta. E’ un atto dovuto che pretendiamo”.

“Dobbiamo dare conto ai cittadini di Torre Annunziata”

Poche ore prima gli attivisti avevano ufficializzato con un’altra nota la mancata partecipazione alle amministrative. “È ormai certo che il MoVimento 5 Stelle non sarà presente a Torre Annunziata alle elezioni amministrative dell’11 giugno. Dobbiamo dare conto ai cittadini, a cui è stata tolta la possibilità di votare il MoVimento, del perché di questa esclusione.

Cominciamo col dire che una versione ufficiale non c’è perché lo staff del MoVimento, a cui abbiamo inviato la richiesta di certificazione, non ci ha mai risposto né dato spiegazioni.
Qualcuno potrebbe dire che, essendoci due meetup sul territorio, la certificazione non è possibile. Non è vero; in molte città dove c’erano due/tre meetup, il MoVimento ha deciso di intervenire dando la lista a uno di essi.

Qualche altro potrebbe aggiungere che noi del meetup Cinque Stelle Torre Annunziata siamo stati troppo critici in passato col MoVimento. Sì, è vero, spesso siamo stati critici perché crediamo fermamente che la critica costruttiva sia fondamentale per crescere e migliorare. Sapevamo bene che voltare la testa dall’altra parte pure di fronte a errori clamorosi ci avrebbe giovato politicamente, ma abbiamo scelto consapevolmente la strada della verità e della trasparenza.

Il MoVimento non dovrebbe aver paura di chi apertamente esprime il proprio pensiero ma, al contrario, diffidare di chi sta sempre zitto perché è nel silenzio che si nasconde l’infiltrato e l’opportunista. Alcuni hanno scritto che la certificazione non è arrivata perché a Torre Annunziata ci sono stati troppi litigi; non è vero nemmeno questo perché in altre città (come Parma, Taranto, Piacenza, ecc.) dove i litigi sono stati anche più aspri il MoVimento è intervenuto ed ha fatto la sua scelta.

Il fatto da tenere a mente è che non esistono certezze nelle certificazioni del MoVimento tanto è vero che in città dove c’è un solo meetup (tipo Chiavari o Saviano) non è arrivata l’autorizzazione della lista; anche avere un eletto del MoVimento 5 Stelle dalla propria parte che “sponsorizza” il meetup perché ha lavorato bene non è garanzia di certificazione (esempio: Ariccia, Salerno).

“Continueremo a lavorare”

Riteniamo che non si possa dire affatto che siamo stati inoperosi o incapaci di portare avanti attività e lotte politiche sul territorio visto che il nostro lavoro è pubblico e chiunque – spulciando sulle nostre pagine – se ne può rendere conto. Riassumendo: non conosciamo i motivi che hanno portato all’esclusione del MoVimento 5 Stelle Torre Annunziata dalla competizione elettorale.

Sappiamo soltanto che con il loro comportamento hanno tolto il diritto ai cittadini torresi di votare una forza politica che suscita tante speranze e tanto entusiasmo. Il MoVimento 5 Stelle deve capire che ha la responsabilità politica di essere presente su tutti i territori dove il cittadino ha voglia di partecipare e di votare il cambiamento e non ha nessun interesse per le beghe interne che devono essere risolte dai vertici del MoVimento.

Tranquillizziamo i cittadini che ci hanno finora seguito e sostenuto nelle nostre battaglie: noi continueremo a lavorare sul territorio e a dare il nostro contributo politico per far crescere e migliorare Torre Annunziata. Continueremo a vigilare, a proporre le nostre idee e a intervenire ogni qual volta la politica mancherà ai propri doveri nei confronti dei cittadini.

Concludiamo facendo un sincero in bocca al lupo a tutti i candidati del MoVimento 5 Stelle che affronteranno la difficile battaglia delle amministrative. A riveder le stelle”.

Share