Boscoreale: il vicesindaco Costabile al centro delle polemiche

In queste ore è in corso una polemica sulla recente aspettativa dal lavoro richiesta dal vicesindaco Angelo Costabile per poter assolvere al meglio la sua funzione.

694

vicesindaco boscorealeNel merito della questione è intervenuto lo stesso amministratore che ha spiegato: “è errata e fuorviante la notizia là dove si afferma che Il comune di Boscoreale paga lo stipendio all’azienda dove lavora Angelo Costabile per fargli svolgere la sua attività di vicesindaco.

La vigente normativa, per gli assessori in carica, prevede la possibilità di utilizzare di aspettativa dal proprio lavoro per assolvere in pieno le funzioni tipiche del mandato, fruendo, in tal caso, della piena indennità di funzione. In pratica un compenso mensile lordo di euro 1585 oltre oneri riflessi (netto all’incirca 1150 euro).

L’aspettativa, quindi, comporta che alcun assegno sia percepito dall’azienda datore di lavoro, e meno che mai il Comune paga alcun stipendio alla stessa azienda. La scelta di optare per l’aspettativa è strettamente connessa alla necessità di assicurare la costante presenza in Comune per assolvere le innumerevoli incombenze derivanti dalle deleghe assegnatemi. Peraltro, giacché la mia funzione in azienda richiede un costante impegno che va ben oltre le otto ore quotidiane, mi avrebbe impedito di adempiere al meglio la funzione.

E’ bene, poi, si sappia che l’assolvimento a tempo pieno della funzione di assessore mi comporta un notevole danno economico di circa trentamila euro annui, considerato che l’indennità di funzione che percepirò – quando la percepirò – in luogo dello stipendio, è notevolmente inferiore.

Ciò che mi spiace e disgusta, è che su di una questione che non ha nulla di anomalo sotto tutti gli aspetti, si monti una sterile polemica, versando fango sulla mia persona e sull’amministrazione, ingenerando nel lettore e tra i cittadini il dubbio di chissà quali nefandezze mi sia reso responsabile. La politica è confronto sui fatti e non su pettegolezzi alimentati ad arte. Ho sempre auspicato una discussione serena e democratica con tutti gli amministratori di maggioranza e opposizione per risolvere le criticità che pure vi sono, e di sicuro non addebitali a quest’amministrazione. Il mio impegno, pertanto, sarà sempre rivolto alla risoluzione delle molteplici problematiche che interessano l’assessorato affidatomi, in materia urbanistica, attività produttive e commercio”.