Made in Sud con Gigi D’Alessio: flop per il presentatore o le gag hanno annoiato?

C'è chi attribuisce le cause del flop alla conduzione poco coinvolgente di Gigi D'Alessio e chi vede nel calo degli ascolti di Made in Sud una proposta noiosa e prevedibile di battute

1538

Made in SudSono in calo settimana dopo settimana gli ascolti di Made in Sud, programma comico di Rai Due. La produzione ha anche spostato dal martedì al mercoledì la messa in onda della nuova veste di Made in Sud per evitare la programmazione forte della concorrenza e rilanciare un po’ gli ascolti. Nuova veste a causa del cambio alla conduzione che da Gigi e Ross, duo storico alla guida, è stata affidata a Gigi D’Alessio.

Molti si sono chiesti perché la produzione abbia affidato la conduzione a Gigi D’Alessio. A suon di post su Facebook, i comici Gigi e Ross e la Tunnel Production, casa che produce dagli inizi di Made in Sud, si attribuiscono colpe senza lasciar trapelare quale e dove sia la verità.

A nulla è servito lo spostare la messa in onda di un giorno, lo share registrato nelle settimane si mantiene sotto il 7%, molto meno di quanto il programma abbia abituato la Rai che decise qualche anno anche fa di spostare il programma dalla seconda serata al prime time proprio perché un copioso numero di utenti sceglieva di sintonizzarsi su Rai Due e darsi a un po’ di tv leggera pure aspettando l’ora tarda.

Attualmente la trasmissione viene battuta (in fatto di ascolti) anche da Chi l’ha visto? e da ogni fiction proposta dalla stessa Rai o dalle reti concorrenti.

Sul perché di questa debacle circolano correnti di pensiero diverse. Quelle radicaliste attribuiscono causa e colpa alla conduzione che vede Gigi D’Alessio al posto del duo solito e tradizionale Gigi e Ross. Non si ritiene che il neo conduttore sia coinvolgente e coinvolto come i suoi predecessori.

Gigi D’Alessio, in realtà, sta facendo di tutto per risollevare le sorti del programma, spingendosi a battute e prestandosi alle facili e quasi scontate scenette su si lui.

La corrente degli avanguardisti, invece, riconosce in Made in Sud un seguirsi di sketch visti e rivisti, fatti di battute prevedibili e pur cambiando monologhi, i comici restano gli stessi, con lo stesso taglio. Il cambio al timone non avrebbe a che fare con un format giunto ad essere ovvio. Inoltre, alcuni lamentano sul web anche la presenza di momenti da non poter condividere con i bambini in casa, poiché sono stati inseriti atti osceni e volgari.

Non mancano i sostenitori di questo nuovo Made in Sud che grazie all’attitudine musicale di Gigi D’Alessio possono godere, tra risate e personaggi, di attimi più intensi come è stato in una delle ultime puntate dedicate a Renato Carosone o con l’esibizione in due di D’Alessio con il pianista Giovanni Allevi.

Dalla rivoluzione che voleva apportare Gigi D’Alessio al giocare con il quando mettere in onda il programma per subire il meno possibile la forza della concorrenza. Forse la Rai sposterà in seconda serata il programma, forse sarà cancellato. Di certo non è stata riconfermata la presenza del cantante alla conduzione di Made in Sud.

Anna Di Nola

Share