Ha avuto luogo stamattina a palazzo Santa Lucia l’incontro del sindaco di Striano Aristide Rendina con il governatore Vincenzo De Luca.

Presenti anche l’assessore ai lavori pubblici Ulrico Gravetti, la responsabile del settore urbanistica ed ambiente Antonia Crisci e il presidente della commissione regionale ai trasporti Luca Cascone.

Tra i punti all’ordine del giorno ovviamente la futura realizzazione della stazione dell’alta velocità “Vesuvio Est” e del completamento e messa in esercizio del sistema fognario del territorio strianese.

Dal proficuo incontro, il presidente De Luca ha ribadito la volontà di tradurre in realtà la Vesuvio Est, ma ha voluto soprattutto ribadire che tale opera è stata finanziata sia per la progettazione che per la realizzazione.

Visti gli atti del maxi-consiglio congiunto sugli allagamenti, un’ulteriore spinta è stata proposta da De Luca per la messa in esercizio in tempi brevi dell’impianto fognario delle acque nere ed la realizzazione di altre opere necessarie al completamento. Secondo il governatore, è ora di porre fine a questo decennale problema che piega in ginocchio tutte le città vesuviane.

Striano – afferma De Luca – avrà tutto quello che gli compete e devo ammettere che il sindaco Rendina non mi molla di un centimetro e tiene molto a cuore, sempre di più, le sorti della propria comunità“.

Infatti il primo cittadino strianese, in un’incontro sul lavoro promosso dal forum dei giovani, ha ribadito che la stima e l’amicizia con De Luca prescindono dall’azione politica tra l’amministrazione strianese e la giunta regionale.

Come sindaco – sostiene Rendina – sono pronto a fare guerra con la regione se la mia comunità non godrà dell’attenzione che merita”.

Raffaele Massa

Share