Raid all’Annunziatella, Tony Tammaro: “Amo Stabia e gli stabiesi”

"Ora ci siete voi, figli delle mie spensierate canzoni e tra non molto si starà bene in ogni luogo della Campania"

2526

tony tammaro“Io amo la città di Raffaele Viviani e di…Pupetta delle graffe. Amo Stabia e gli stabiesi. Ieri sera eravate meravigliosi”: così sul proprio profilo Facebook Tony Tammaro, poliedrico artista che si è esibito lunedì scorso al rione Annunziatella di Castellammare di Stabia.




Come noto, al termine del concerto si è verificata una sparatoria che ha visto il ferimento anche di due ragazze coinvolte per caso. Tammaro ha così risposto a chi gli parlava di quanto accaduto.

“Io amo la città di Raffaele Viviani e di…Pupetta delle graffe. Amo Stabia e gli stabiesi. Ieri sera eravate meravigliosi. – ha scritto Tony Tammaro – I ‘pistoleri’ ci sono anche ad Oslo e in molti Stati americani. Quel che conta siete voi meravigliosi ragazzi e ragazze di Castellammare, ma questo mi sembra di averlo detto già ieri sera dal palco.

L’episodio di ieri fa parte degli ultimi rantoli di un mostro che sta morendo; quel mostro che ha impedito a me di essere giovane quando lo ero. Ora ci siete voi, figli delle mie spensierate canzoni e tra non molto si starà bene in ogni luogo della Campania. Quando ho iniziato a cantare queste cose succedevano tutte le sere”.