Portici, convegno su “Soggettività e responsabilità, per un’etica delle cure della sofferenza psichica”

Appuntamento al museo ferroviario di Pietrarsa Portici il 14 e 15 giugno 2017

642

L’interrogativo che scaturisce, talvolta con prepotenza, più spesso nella ordinaria prassi istituzionale, riguarda la struttura logica che orienta chi si occupa, oggigiorno, delle persone che soffrono di malattie mentali. Qual è il compito che la società, la cultura, la politica assegna alla psichiatria oggi?

Cosa può orientare il sapere tecnico specialistico nella cura della sofferenza psichica? Da quale posizione etica è possibile operare di fronte alla follia in questo nostro tempo che promuove la de-responsabilizzazione del folle anche di fronte alla legge? Come può recuperare un senso se l’incapacità di intendere e di volere oscura l’esistenza stessa della persona?




Sono questi gli interrogativi su cui la due giorni organizzata dal dipartimento di salute mentale dell’Asl Napoli 3 Sud diretto da Manlio Grimaldi intende aprire il confronto.

All’iniziativa, oltre al direttore generale Antonietta Costantini e sanitario Luigi Caterino Asl Napoli 3 Sud, prenderanno parte personalità di spicco del mondo scientifico ed istituzionale: Lucio Aschettino (magistrato – Napoli), Marco Bouchard (magistrato – Firenze), Roberto Catanesi (professore ordinario di medicina legale Università di Bari), Fabio Ciaramelli (professore ordinario di filosofia del diritto Università di Napoli “Federico II”), Giovanna Cocchiarella (psichiatra, psicoanalista SPI – Napoli), Manlio Grimaldi (psichiatra – Napoli), Giuseppe Mandarano (psichiatra – Napoli), Antonio Maone (psichiatra – Roma), Titti Marrone (giornalista – Napoli), Massimo Recalcati (psicoanalista ALIpsi – Milano), Enrico Zanalda (psichiatra – Torino), Marco Zuifranieri (psicologo – Torino).

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano