Scafati: workshop sulla strategia rifiuti zero

911

Strategia Rifiuti Zero - Scafati - Wake up ScafatiSi terrà a Scafati, presso piazzetta Sansone il 22 Giugno alle ore 19:00, il workshop organizzato dall’associazione Scafati in Movimento sul tema del recupero dei materiali di consumo. “Vogliamo una Scafati dove la gestione dei rifiuti (materiali post consumo) preveda la loro riduzione, riutilizzo, riciclo e compostaggio e zero incenerimento e smaltimento in discarica. Ogni cittadino è parte attiva in questa rivoluzione di civiltà verso una società Rifiuti 0 dove l’economia diventa circolare: ogni prodotto viene realizzato per essere riutilizzato e riciclato/compostato.

Il tema dei rifiuti è un argomento cruciale per Scafati data la situazione deprecabile in cui versa in questo momento. Basta leggere i dati della raccolta differenziata a Scafati ferma ad appena un misero 43% nonostante la direttiva n.98 del 2008 che stabilisce il raggiungimento del 70% entro il 2020. Ma il nostro obiettivo va anche oltre puntando alla strategia rifiuti zero ribaltando completamente l’ottica sui rifiuti che devono essere visti come una risorsa e non come uno scarto attraverso una massiccia campagna informativa sui vantaggi della corretta raccolta differenziata con sconti sulla tariffazione Tari verso chi compie pratiche virtuose, attraverso la riduzione dei rifiuti a monte incentivando ad esempio i prodotti alla spina per gli esercizi commerciali o attraverso il riuso dei materiali. Tutto questo deve essere compiuto in sinergia con le scuole, le associazioni istituendo anche dei comitati di quartiere che possano connettere così i cittadini direttamente con l’amministrazione segnalando le criticità e portando le istanze dei territori. L’argomento verrà pertanto sviscerato e approfondito nell’evento di giovedi 22 giugno in piazza Sansone, via Nazario Sauro, per illustrare la strategia rifiuti zero con esperti del settore e alcuni nostri referenti istituzionali”.

L’ evento prevede gli interventi del consigliere regionale Michele Cammarano, il rappresentante dell’azienda agricola “Alpega” Antonio Pepe, la tecnologa alimentare Dott.ssa Ester Conte, in rappresentanza dell’associazione ecosostenibile “Zero waste Campania” Pino Apicella e del rappresentante dell’associazione “Scafati futuro e sociale” Alfredo Malafronte.

Durante il convegno sarà allestita un mostra dell’artigianato e del riciclo creativo a cura del Centro Culturale Arianna, del Comitato Cittadino Boscotrecase oltre ad una originale sfilata realizzata con abiti usati e vintage a cura di Mariangela Matrone. In particolare la giovane stylist e fashion designer autodidatta,della provincia di Napoli, creatrice della linea Emme, MadeByMe, arricchirà la manifestazione con le sue contaminazioni tra stili, uso sapiente del re-fashion, ricerca e valorizzazione del vintage, salti futuristici, capi multitasking, cura meticolosa nella scelta dei materiali e delle stoffe attraverso un lavoro di creazione di abiti sartoriali su misura e accessori moda interamente realizzati a mano. Dal disegno al taglio alla messa a misura; un lungo iter creativo per realizzare un pezzo unico.

L’ evento è inoltre inserito nella piattaforma Rousseau chiamata Call to Action che si pone come obiettivo di implementare il lavoro dei meet up sul territorio. in particolare si intende realizzare un’idea semplice, ma ambiziosa: dare la possibilità a tutti i cittadini di partecipare, socializzare e collaborare su progetti condivisi costruendo, grazie al potere della Rete, un ponte che faccia incontrare chi vuole mettersi al servizio della comunità con chi vuole fare appello alle risorse della comunità stessa.
“Partendo dai meetup nel 2005, luoghi dove è cominciata questa grande sperimentazione, siamo arrivati a sviluppare un’applicazione nostra grazie alla quale ogni iscritto a Rousseau può proporre “una chiamata all’azione”, una “Call to Action” indirizzata al proprio territorio. Ogni evento o progetto, creato dagli iscritti attraverso la scheda “crea iniziativa”, risulterà attivo con l’adesione di un numero minimo di persone e consentirà la partecipazione di tutti coloro che vogliano contribuire mettendo a disposizione le proprie conoscenze, competenze o risorse.

Call To Action si pone, infatti, un obiettivo fuori dall’ordinario: immaginare, grazie alla collaborazione digitale dalla Rete, nuovi modelli di condivisione che vadano ad eliminare l’intermediazione, a promuovere la filiera corta ed a creare forme di cooperazione su temi concreti basati sulla fiducia.”

Traduca Violi Voto

Share
Condividi
PrecedenteLe piccole stelle della ginnastica artistica del Gymnasium Scafati
SuccessivoNon corrompiamo il futuro di Torre Annunziata
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.