Castellammare, Gigi Proietti riceve il premio “Cantieri Viviani”. Grande festa a Quisisana

3316

Gigi Proietti ha ricevuto questa sera il premio “Cantieri Viviani” nello magnifico scenario della Reggia di Quisisana a Castellammare. Ad accogliere l’attore romano è stato soprattutto il sindaco Toni Pannullo, la sua squadra di governo oltre che il Presidente della Fondazione Campania dei Festival Luigi Grispello e Giulio Baffi (che ha curato il progetto Viviani) ed altre autorità cittadine. Presente anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Hanno partecipato alla manifestazione organizzata dalla Regione Campania anche il Comandante della Capitaneria di Porto Guglielmo Cassone e molti direttori scolastici degli istituti della zona. Una grande serata di cultura, come quelle che si sono ripetute a fine maggio nelle Antiche Terme di Stabia, dove sono state ricordate tutte le gesta dell’indimenticato Viviani. Il premio è stato realizzato da Umberto Scelzo, storico artigiano stabiese appartenente all’Associazione dell’Arte e del Presepe.

La cerimonia

Inizialmente prevista alle Antiche Terme di Stabia, la consegna del Premio è stata organizzata nella Reggia di Quisisana dove è stata riallestita anche la mostra “I Volti del Genio, dieci foto di Raffaele Viviani attore”. La cerimonia della consegna è stata preceduta da un momento musicale organizzato dalla Piccola banda Urbana dei “Devoti a Viviani”. Importanti anche le testimonianze di coloro che hanno permesso l’intera realizzazione della serata e del Premio.

Il premio a Gigi Proietti: le motivazioni

Sono state illustrate questa sera le motivazioni che hanno spinto gli organizzatori a consegnare il “Premio Viviani” proprio a Gigi Proietti. L’attore romano, infatti, sia nel suo modo di comunicare, sia nelle capacità di recitazione (espressioni del volto, uso della voce e la sonorità di alcuni interventi) è uno dei pochi che si avvicina, oggi giorno, proprio a Raffaele Viviani. Un paragone ammirevole che testimonia l’importanza di Proietti proprio all’interno del palcoscenico culturale italiano: non a caso viene considerato come l’unico in grado di poter portare avanti la grande tradizione artistica italiana.

Momento di gloria anche per Castellammare

E’ stato sicuramente un momento importante anche per la città di Castellammare che ha accolto l’atto finale del “Premio Viviani”. L’arrivo di Gigi Proietti era stato già annunciato a fine maggio e in tutto questo periodo, sia l’amministrazione Pannullo che la Fondazione Campania Festival hanno lavorato per rendere possibile la serata e la consegna del premio. Da questo punto di vista è ammirevole l’impegno della nuova squadra di governo che sta tentando di rilanciare la cultura nella città stabiese. In modo particolare, con il “Premio Viviani” anche l’immagine stessa di Castellammare, agli occhi della Regione, è stata del tutto rivalutata anche se durante gli spettacoli di fine maggio la frequenza non è stata elevatissima.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano