Contraffazione, scoperti due laboratori. Denunciato un minorenne

I militari, in seguito all'irruzione in un locale, hanno trovato due ricamatrici industriali in piena attività su 342 capi d'abbigliamento, pantaloni e camicie "neutri" sui quali i macchinari stavano ricamando il marchio falso di due note case di moda. 

788

Scoperti due laboratori di contraffazione a Napoli e in provincia e sequestrati più di mille capi con marchi falsi delle più note griffes italiane ed estere.

I carabinieri della compagnia centro insieme ai colleghi di Marianella hanno arrestato nella zona nord del capoluogo campano un 35enne già noto alle forze dell’ordine resosi responsabile di contraffazione di marchi e ricettazione. I militari, in seguito all’irruzione in un locale, hanno trovato due ricamatrici industriali in piena attività su 342 capi d’abbigliamento, pantaloni e camicie “neutri” sui quali i macchinari stavano ricamando il marchio falso di due note case di moda.

L’altro intervento è avvenuto a Giugliano. Un 25enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri della locale aliquota radiomobile. L’uomo è stato sorpreso insieme ad un 16enne, denunciato in stato di libertà, in un locale abusivamente adibito a opificio.

Rinvenuti e sequestrati 736 pezzi tra capi di abbigliamento e calzature (magliette, polo, pantaloncini, costumi, ciabatte da mare e scarpe) nonché accessori (borse e portafogli). Sequestrati migliaia di adesivi e targhette dei marchi, presse a caldo per affiggere le etichette dei marchi contraffatti.