Castellammare, Quartieri Uniti e il sindacato UIL difendono la polizia municipale: “Massima solidarietà”

1437

castellammareDopo gli attacchi del gruppo consiliare del Partito Democratico, arrivano le difese del corpo di polizia municipale non solo dell’opposizione ma anche del Comitato Quartieri Uniti e del sindacato UIL. “A seguito del triste attacco lanciato la scorsa settimana dal Partito Democratico stabiese al corpo della polizia municipale – spiegano i volontari di Quartieri Uniti -, sentiamo il dovere di esprimere il nostro pieno sostegno e la nostra piena solidarietà nei confronti di tutti i vigili urbani operanti a Castellammare di Stabia. La vile ed oltraggiosa critica rivolta al comandante Vecchione e ai suoi uomini, non solleva l’amministrazione stabiese dalle proprie responsabilità politiche derivanti dai dilaganti fenomeni illeciti diffusi in tutta la città, frutto di una politica da sempre disattenta sul tema della sicurezza e della tutela dei cittadini”.

L’attacco alla maggioranza

“È stata più volte constatata, infatti, l’insufficiente forza effettiva a disposizione del comandante della polizia municipale, problematica che fisiologicamente non consente il controllo diretto dell’intera Castellammare, soprattutto in periodi maggiormente affollati come quello estivo. La citata mancanza, pertanto, non può essere di certo imputata né al comandante né ai suoi uomini, essendo il loro impegno pienamente tangibile allorquando presente. Nonostante tale carenza, di fatto, il Corpo dei vigili urbani si è sempre dimostrato prontamente disponibile, seppur con numerosissime difficoltà organizzative, a qualsiasi segnalazione e richiesta giunta dal nostro Comitato e dagli abitanti della nostra periferia” spiega Quartieri Uniti.

“Pertanto, riteniamo senz’altro fuori luogo quanto dichiarato dai consiglieri Iovino, Cuomo, Amato, Elefante, Esposito, Melisse e Nastelli, in quanto essi stessi, facendo parte del partito di cittadino, potrebbero utilizzare le proprie forze per risolvere i problemi di risorse umane che gravano sulla Municipale stabiese, anziché criticare ciò che è diretta conseguenza della loro stessa politica fallimentare. Rinnovando la piena solidarietà alla Polizia Municipale, nonché a tutte le Forze dell’Ordine operanti sul territorio stabiese, esigiamo l’attivazione dell’Amministrazione comunale, affinché possa essere rafforzato l’organico del suddetto Corpo, azione assolutamente necessaria per garantire maggiore sicurezza anche nel territorio periferico cittadino, negli ultimi tempi teatro di numerosi fenomeni illeciti” conclude il Comitato.

UIL: “Dove sono le assunzioni promesse?”

Attraverso un comunicato anche il sindacato UIL ha attaccato il gruppo consiliare del Partito Democratico: “Quieste critiche arrivano dalla maggioranza che ha governato e sta governando la città di Castellammare e che conosce alla perfezione tutte le problematiche che ormai si ripetono negli anni. Invece di essere vicini al corpo della municipale, aggravato da ulteriori mansioni con la nuova amministrazione comunale, iniziano ad attaccare. Dove sono le sei assunzioni a tempo indeterminato e 20 a carattere stagionale che dovevano aiutare gli agenti nel periodo estivo? Tutto tanto sbandierato e poi il nulla. Siamo a luglio inoltrato e questa amministrazione non è in grado di chiudere un fondo per le risorse decentrate che permetta di avere una chiarezza sulle spese del personale in ogni settore, anzi arrivano a tagliare servizi essenziali per l’Ente come quello della reperibilità della polizia locale”.