Castellammare, nuovo rogo a Varano: a rischio anche gli Scavi

2419

varanoLa terra continua a bruciare nell’hinterland stabiese. Dopo i famosi roghi al Vesuvio e quello che ha interessato l’area camper del parco delle Nuove Terme di Stabia, un nuovo incendio ha preso vita nel tardo pomeriggio di oggi nell’area verde di Varano. Interessate dai problemi e dalle fiamme anche alcune abitazioni del luogo che sono state costrette ad evacuare.

Secondo quanto ricostruito dai vigili del fuoco presenti sul posto, il rogo è di matrice dolosa. Le fiamme sono state appiccate intorno alle 18 e in breve tempo hanno interessato l’intera vegetazione presente. A rischio per qualche minuto, complice anche il vento, gli Scavi di Stabia. Sono state comunque evacuate solamente le case e gli esercizi commerciali più a rischio.

Fuoco visibile da diverse abitazioni

In breve tempo la città di Castellammare è stata avvolta dal fumo e dal cattivo odore di bruciato. Fiamme visibili da via Passeggiata Archeologica, via Galeno, rione San Marco e altre strade limitrofi. Tanta la rabbia per molti stabiesi che vedono bruciare ancora ettari di vegetazione per colpa della mano dell’uomo. Importanti novità sul fronte delle indagini potranno esserci nelle prossime ore quando i vigili del fuoco daranno un primo bollettino.

Campania devastata dalle fiamme

Non accennano a diminuire le fiamme nel territorio campano. Ormai da diversi giorni bruciano diverse zone della provincia di Napoli. Politica locale completamente impreparata ai roghi e che ogni giorno è costretta a fare la conta dei danni. Enormi disagi per molte famiglie che sono state costrette ad abbandonare le proprie abitazioni e molte sono ancora in attesa di avere l’ok per tornare a casa. Scenario religioso completamente rivoluzionato dopo i devastanti roghi che hanno interessato particolarmente la provincia di Napoli nell’ultimo periodo. Sembra essere esclusa, al momento, la pista che porta alla mano camorristica come regia degli incendi.